Crea sito

Pesto siciliano al finocchietto selvatico

Il pesto siciliano al finocchietto selvatico è una salsa sfiziosa e molto versatile, utilizzata non solo per condire un buon piatto di pasta, ma anche per accompagnare ed insaporire carne alla brace o pesce al forno. Una ricetta semplice per fare in casa il pesto di finocchietto selvatico, una valida alternativa a quello classico preparato con il basilico. La soluzione perfetta per chiunque voglia creare un piatto semplice e gustoso in poco tempo, che sia anche genuino e naturale. Conosciuto in Sicilia per essere un ingrediente fondamentale della pasta con le sarde, il finocchio selvatico cresce spontaneo nelle campagne mediterranee, in alti fusti ramificati. Le foglie fresche si usano spesso per condire primi piatti o secondi di pesce, Il finocchietto essendo una pianta molto aromatica(il profumo ricorda vagamente l’anice)e utilizzato anche per insaporire dolci, insaccati, pane e molti altri piatti. il pesto di finocchietto che vi propongo è facilissimo da realizzare fatto solo con con le foglie tenere del finocchietto, olio evo, pinoli, mandorle e pecorino (se piace, in alternativa si può usare il parmigiano).vediamo come prepararlo!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gfinocchietto selvatico
  • 1 bicchiereolio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicosale
  • 50 gpinoli
  • 2 cucchiaipecorino siciliano
  • 50 gmandorle
  • 1 pizzicopepe

Preparazione del pesto al finocchietto selvatico

Pulite il finocchietto selvatico togliendo i gambi più grossi e duri e tenendo le parti più tenere, lavatele accuratamente e sbollentatele in acqua salata per cinque minuti. Scolare il finocchietto, senza buttare l’acqua perché servirà in seguito per cuocere la pasta. Tostate leggermente i pinoli e teneteli da parte. Mettere il finocchietto in un frullatore unite un bicchiere di olio evo,g.50 di pinoli tostasti e g.50 di mandorle iniziare a frullare aggiungendo alla fine un pizzico di sale e 2 cucchiai di pecorino grattugiato. Frullate fino a ottenere un composto cremoso e unite altro olio se necessita per ammorbidire il pesto. Lessate la pasta nell’acqua in cui è stato sbollentato il finocchietto e appena pronta versare in una ciotola, condite con il pesto dal finocchietto mescolando bene in maniera che la pasta si insaporisca per bene.
ps. se non usate tutto il pesto potete tranquillamente congelarlo.
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da laziaannacucina

Non c’è posto al mondo che io ami più della mia cucina. Non importa dove si trova, com’è fatta: purché sia una cucina,in un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se possibile le preferisco funzionali e vissute. Magari con tanti strofinacci asciutti e puliti e le piastrelle bianche che scintillano.Un luogo che condivido volentieri con gli amici a me cari….Credo che queste parole scritte da (Banana Yoshimoto) descrivano in pieno la mia persona....Mi chiamo Anna Bevilacqua e sono una cuoca quasi in pensione,sono siciliana,nata a Marettimo,una delle isole Egadi,vivo nel Monferrato in Piemonte e amo tantissimo cucinare,per questo motivo ho deciso di condividere con voi le mie ricette,grazie per aver visitato il mio blog,spero che ci torniate spesso...e se avete delle domande non esitate a contattarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.