Pesce crudo fresco? Dovete sapere che…

Oggi non proporrò una ricetta, ma vorrei parlarvi di Anisakis! Certo, forse dopo aver letto questo articolo a molti di voi passerà l’appetito, ma credo sia importante informare le persone, soprattutto i consumatori di pesce crudo FRESCO, di alcune facili pratiche per evitare spiacevoli inconvenienti. Mi permetto di parlare di questo argomento in quanto l’ho studiato a livello universitario, ma basta una breve ricerca su internet per trovare tante informazioni.
Ma veniamo al soggetto di questo articolo. L’anisakis è un parassita intestinale dei mammiferi acquatici e nel suo stadio di larva è ospite di molti pesci azzurri e non solo, ad esempio alici e acciughe,ma anche tonno, sardine, nasello, sgombro. Capita, e ultimamente i casi stanno aumentando, che l’uomo venga infettato da questo parassita se mangia pesce crudo infetto.
Il parassita passa dall’intestino alla carne del pesce se questo non viene immediatamente eviscerato dopo la cattura, e quindi, ingerendo la carne cruda FRESCA del pesce, si può venire a contatto con esso.<

br /> Come si può evitare? Il modo migliore è cuocere il pesce, in quanto elevate temperature uccidono il parassita, ma se proprio non volete rinunciare ad una buona marinata allora dovete seguire una semplice regola: congelare il pesce per almeno 24 ore a -18° C se lo comprate FRESCO, in quanto il congelamento porta alla morte del parassita. (C’è una circolare del ministero di sanità che obbliga chi somministra pesce crudo o in salamoia ad utilizzare pesce congelato o a congelarlo preventivamente).
Sicuramente in molti eravate già a conoscenza di questo argomento, ma so, che c’è molta gente che non sa di questo parassita, in quanto non c’è un’adeguata informazione al riguardo. Non molto tempo fa mi sono trovata nella spiacevole situazione di comprare alici FRESCHE che una volta portate a casa e nell’atto di pulirle si sono rivelate piene di anisakis, e ho notato come ci fosse tanta disinformazione anche in persone che dovrebbero in realtà informare!!!!!
Non credo sia il posto giusto dove esporvi i sintomi di questo parassitismo, non lo trovo di buon gusto e vi rassicuro anche sul fatto che, comunque, in Italia i casi accertati non sono molti, ma non per questo credo non se ne debba parlare.
Il punto chiave è che questo parassita, se presente, si trova nel pesce FRESCO e NON C’ENTRA NIENTE LA CATTIVA CONSERVAZIONE!!
Spero in qualche modo che questo articolo possa essere di interesse e spero che parta proprio da voi, amanti della cucina e del mangiar sano una buona informazione, a presto!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Sausage Roll Successivo Torta Zuppa Inglese

Lascia un commento