Crea sito

Crescia ( brusca) di Pasqua marchigiana

Share:
Condividi

Questa ricetta della crescia di Pasqua al formaggio è tipica del mio paese marchigiano d’origine :Urbino !!!Si usa farla nei giorni che precedono la Pasqua per consumarla la mattina della festa con le uova benedette e il salame nostrano e non posso non metterla anche nel mio contest-raccolta regionale per la sua tipicità!
E’ abitudine anche portarla come torta salata per la tipica gita fuori posta della pasquetta!
La mia mamma,che ora non c’è più, tutte le Pasque ne faceva tante sia dolci che salate ed è sicuramente per questo, che il tipo con il formaggio ,si usava chiamarla “brusca” per distinguerla da quelle dolci con l’uvetta ; dopo ore e ore di preparazione e lavorazione ,in mattina ancora buio le portano, insieme a mio padre ,a cuocere al forno del paese; ora penso si sia persa questa abitudine ma tutti ancora le usano fare e le cuociono nel forno di casa ed ognuno ha la sua ricetta con piccole varianti.C’è anche chi aggiunge scaglie intere di parmigiano della misura di una nocciola immaginatevi la bontà mentre si mangia una bella fetta ,fuori croccante e all’interno tenerissima.
La mia ricetta naturalmente è adattata a i forni e i tempi di oggi ma vi assicuro è gradita e sempre apprezzata da tutti!!Oggi le ho volute realizzare a forma di colombine per dargli un impronta più pasquale!

Ingredienti:

Crescia  ( brusca) di Pasqua marchigiana

Le mie colombine salate


500 gr. di farina :
250 gr. di manitoba 
250 gr di tipo 00 del Molini Rosignoli
2 etti di pecorino o grana grattugiati
(volendo potete mettere 150 di pecorino e 50 gr di grana)
2 panetti di lievito di birra
4-5 uova
latte tiepido(mezzo bicchiere)
100 gr di margarina + un po’per ungere la pentola
limone o arancia grattugiata
1 pizzico di sale
una macinata di pepe
1 cucchiaino di zucchero
noce moscata ditta Tec-Al
strutto o margarina per ungere i tegami

Procedimento:
Unire tutti gli ingredienti cominciando dalle uova e la farina aggiungere il formaggio, la margarina sciolta sul fuoco ,l’arancia o il limone grattati ,il pepe ,il sale e la noce moscata ed infine il latte dove sceglieremo bene il lievito con una presa di zucchero.
Impastare come per la pasta del pane ma deve risultare morbida e dovete lavorarla un po’.(Io l’ho impastata nella macchina del pane per circa mezz’oretta).
Ungere molto bene con lo strutto o il burro 2 tegami alti ma senza manici fino in alto e posizionare la pasta lasciandola lievitare per almeno 3 ore in luogo tiepido ( dentro il forno appena, appena tiepido va benissimo e deve almeno raddoppiare il suo volume).
Ricordatevi che la pasta non lievitata deve essere 1/3 dell’altezza della pentola.
Cuocere a forno ventilato a 230° gradi per 30 minuti,la crosta deve risultare di un bel colore nocciola.
Rovesciate la pentola ancora calda per estrarre la crescia.Come vedete dalla foto,oggi,io ho sistemato l’impasto in forme di carta per colombe pasquali anche evitando ulteriori grassi per la cottura.

Lo splendido vassoio con le rose è della ditta Easy Life original italian design una mia collaborazione.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Vota questa ricetta:
Crescia ( brusca) di Pasqua marchigiana
  • 3.00 / 55

Tags:, , , , , , ,

10 risposte a “Crescia ( brusca) di Pasqua marchigiana”

  1. aprile 3, 2012 a 12:27 pm #

    Mmmmmmmmh deve essere goduriosa da mangiare!! :D

  2. aprile 3, 2012 a 5:38 pm #

    buona! è simile al nostro casatiello! una vera delizia :) ciao cara

  3. aprile 4, 2012 a 10:14 am #

    fantastiche queste ricette della tradizione!!!! ciao carissima e buona giornata!

    • aprile 4, 2012 a 11:57 am #

      grazie mille del commento e ricambio i saluti e se non ci sentiamo prima ,,,una buona e serena Pasqua!!!laura

  4. maggio 1, 2012 a 9:41 pm #

    grazie Laura! un bacione

  5. marzo 7, 2013 a 6:31 pm #

    non le conoscevo…bella ricetta

    • marzo 7, 2013 a 7:24 pm #

      …….Si, si usano nel periodo pasquale,grazie mille del commento laura

  6. Annalisa
    marzo 15, 2013 a 7:38 pm #

    Che meraviglia, ti sono riuscite benissimo, bravissima Laura……..

    • marzo 17, 2013 a 2:04 am #

      ……….Grazie di cuore del commento e cari saluti laura

Lascia un commento

UA-35214000-1