Le “vere”…Crescentine Bolognesi

Oggi crescentine bolognesi!!Domenica pomeriggio:gita fuori porta con cena tipica a base di crescentine !Siamo stati a casa di una mia cara amica,in verità a casa della sua mamma originaria di un paese in collina vicino a Bologna :Castel del Rio .Un bellissimo e caratteristico paesino pieno di tradizioni e sapori,qui infatti ogni hanno fanno la sagra dei famosissimi marroni ed un carosello di sapori,odori ed altro incentrato tutto sulla gustosissima tradizione locale.

Sulla bolognesità delle crescentine parlava l’Artusi che, sbeffeggiando simpaticamente i bolognesi per la loro prerogativa di dare strani nomi alle cose, dice:“Quando sentii la prima volta nominare le crescente credei si parlasse della luna; si trattava invece della schiacciata, o focaccia, o pasta fritta comune che tutti conoscono e tutti sanno fare, con la sola differenza che i Bolognesi, per renderla più tenera e digeribile, nell’intridere la farina coll’acqua diaccia e il sale, aggiungono un poco di lardo.
Pare che la schiacciata gonfi meglio se le gettate in padella coll’unto a bollore, fuori del fuoco”.

Ho fatto anche una foto per farvi vedere un insolito ponte restaurato da poco,particolarissimo molto suggestivo sopratutto nel percorrerlo in macchina: il ponte degli Alidosi, la sensazione in macchina è un po’ effetto montagne russe!!
La ricetta delle crescentine è, diciamo fino ad oggi ,un segreto di famiglia ma visto l’amicizia e il mio attuale blog me l’hanno donata di cuore ed io farò ugualmente con voi!

Ponte degli Alidosi a Castel del Rio
Non dite niente…lo so!Si mangiano… da sole!

Dalle foto delle crescentine vi spiegherete il loro nome!Delle gonfie e invitanti pizzette fritte da riempire con il famoso squacquerone un formaggio molto molle ,anche quello acquistato a Castel del Rio freschissimo oggi pomeriggio.
E dulcis in fundo non poteva mancare
un salame nostrano fatto ancora come una volta!

 

Le “vere”…Crescentine Bolognesi

Ingredienti:
1 kg. di farina
1 cubetto di lievito di birra
1 pizzico di zucchero
30 gr.di sale
1 confezione di 200 gr. di panna da cucina
1 uovo
1 bicchiere di birra

Procedimento:

Le "vere"...Crescentine Bolognesi laura in cucina
Eccola completa:cipolle,squacquerone e salame

Cominciando ad unire il lievito con la birra impastare tutti gli ingredienti ottenendo un impasto bello sodo ma morbido metterlo a lievitare in un luogo tiepido per circa 2 ore.
Stendere l’impasto nella spianatoia ,tagliarlo e ottenere tanti quadratini anche non regolari .lasciare lievitare ancora un quarto d’ora e friggere in olio ben caldo!servire con formaggio morbido e salumi accompagnate anche da sottaceti .

Come fine pasto consiglio l’ottimo  Tonico digestivo della linea classica Varnelli

 

 

Precedente Easy Life Design:una nuova e fantastica collaborazione! Successivo Avviso:pubblicazione del libro I kitchen

11 commenti su “Le “vere”…Crescentine Bolognesi

  1. Buonissime. Pensa che a Bologna, in un ristorante, c’erano sul menù (accompagnavano l’affettato di antipasto) ed io non sapevo cosa fossero. Ho chiesto al cameriere : ” cosa sono le crescentine?” E lui stupito: “Le crescentine…….sono….le crescentine”. Alla fine le ho ordinate ed ho capito cosa erano: una vera bonta’……Brava. Proverò la tua ricetta molto volentieri. Grazie e buona notte.

    • ……….Ciao ,io non so!!… la ricetta l’ho sempre fatta con la birra e la uso anche per la pastella dei fritti…cosi mi vengono belle gonfie ,magari se provi fammi sapere come ti sono venute!! Magari scoriamo nueve ricette!!Saluti cari laura

Rispondi a eleme Annulla risposta