PLUMCAKE PESCHE E NUTELLA

Siamo agli sgoccioli di questo lungo mese di luglio, che oltre al mio compleanno porta un sacco di avvenimenti…. ci trasporta vicino alla restante metà dell’anno, ci fa sentire a tratti invincibili e a tratti confusi. ci destabilizza perché in estate ci sentiamo un po’ felici e un po’ tristi anche senza un perché preciso, ed io oggi mi sento proprio un po’ così, ho bisogno di una carica di ottimismo, allora mi sono preparata questo plumcake con pesche frullate, yogurt e il mio adorato cioccolato o per meglio dire : sua Maestà la Nutella!!!! Cosa posso aggiungere, nulla o forse per meglio dire, la ricetta con dosi e passaggi qui sotto così anche voi potrete preparare la vostra sana carica di positività. Con questa formula magica e golosissima. Buona giornata a tutti.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    45 minuti
  • Porzioni:
    2 STAMPI DA 9CM X20CM
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 00 280 g
  • lievito per dolci 10 g
  • Uova 3
  • Zucchero 160 g
  • PESCHE ( IO HO UTILIZZATO QUELLE A PASTA GIALLA) 250 g
  • burro fuso 100 g
  • YOGURT ALLA VANIGLIA 125 g
  • NUTELLA PER GUARNIRE PRIMA DI INFORNARE

Preparazione

  1. Montare le uova con lo zucchero per circa 5 minuti o comunque fino a quando rimarrà un composto chiaro e spumoso.

    Aggiungere il burro fuso e raffreddato ormai a temperatura ambiente.

  2. Sempre continuando a mescolare con la frusta aggiungere 2 cucchiai di farina e lievito setacciati e lo yogurt anche esso a temperatura ambiente.

    In fine alternare la farina con lievito e la polpa di pesche frullate fino ad esaurimento degli ingredienti.

  3. Accendere il forno a 170° e versare il composto in due stampi più piccoli oppure uno grande e cospargere a cucchiaiate la nutella in superficie, formare dei cerchi con una forchetta o uno stecco, in modo che la crema si distribuisca per tutto il plumcake, così quando si andrà a tagliare la fetta si avrà un effetto marmorizzato.

  4. Infornare per 45 minuti o comunque fino a quando la superficie del dolce si spaccherà e l’interno con la prova stecco rimarrà asciutto.

    Sfornare e sformare appena sarà tiepido.

    Buono da mordere, lo so dovrei aspettare la colazione di domani ma credo che inizierò a gustarlo con il caffè dopo cena.

Precedente TORTA AL LATTE D'AVENA Successivo GELO ALLA CANNELLA

Lascia un commento