Zuppa alla Santè con Scarola

La zuppa alla santè con scarola è un piatto tradizionale, preparato durante le feste natalizie (molti la preparano il giorno di Santo Stefano). Tipica della città di Cosenza, la zuppa alla santè è presente anche nella cucina molisana, seppur con qualche variante nella ricetta; d’altronde si sa, ogni regione ha le proprie versioni di una stessa ricetta 🙂 La zuppa alla santè può essere preparata con scarola, come nella mia ricetta di oggi, oppure con verza. Apparentemente leggera e depurativa, in realtà questa zuppa è una vera e propria bomba calorica: è infatti ricca di caciocavallo filante, polpettine, petto di pollo, pane abbrustolito e scarola. Dopo un bel piatto di zuppa alla santè, il pieno di energia è assicurato!!

zuppa alla santè con scarola
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    1 ora
  • Cottura:
    1 ora
  • Porzioni:
    6 persone

Ingredienti

  • Scarola 4 cespi
  • Caciocavallo silano 400 g
  • Pane abbrustolito q.b.

Per le polpette:

  • Carne tritata di bovino 250 g
  • Pane raffermo 200 g
  • Uova 3
  • Grana padano (grattugiato) 3 cucchiai
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Pepe nero q.b.
  • Sale q.b.

Per il brodo di pollo:

  • Petto di pollo 1 kg
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Sedano 1 costa
  • Cipolla mezza
  • Sale q.b.

Preparazione

Per le polpette:

  1. Potete preparare l’impasto delle polpette anche la sera prima, in modo da guadagnare tempo. In una ciotola mettete a bagno il pane raffermo e lasciatelo ammorbidire. Nel frattempo, mettete in una ciotola la carne tritata di bovino, l’aglio e il prezzemolo tritati, il grana padano grattugiato, il sale e il pepe nero. Unite le uova, il pane ben strizzato (e sbriciolato all’interno) e impastate il tutto. Coprite con pellicola e riponete in frigorifero.

    Il giorno successivo, riprendete l’impasto e formate tante piccole polpette, adagiandole su un vassoio. Mettete da parte fino al momento di cuocerle.

Per il brodo di pollo:

  1. In una pentola abbastanza capiente versate abbondante acqua. Aggiungete il petto di pollo intero, la cipolla, il prezzemolo, il sedano e il sale. Coprite con un coperchio e fate cuocere il brodo a fuoco medio. Dopo 30 minuti, togliete il petto di pollo e sfilettatelo, quindi rimettetelo di nuovo nella pentola a cuocere. Una volta che il brodo sarà cotto, prendetene 2-3 mestoli e versateli in una pentola più piccola, nella quale cuocerete le polpette, per circa 10-15 minuti.

Per la zuppa:

  1. Lavate la scarola e fatela scottare in poca acqua bollente per 5 minuti. Una volta cotta, versate la scarola col suo liquido di cottura nel brodo di pollo preparato in precedenza. Lasciate cuocere per altri 10 minuti.

    Fate abbrustolire delle fette di pane in forno per alcuni minuti (potete anche tagliarlo a cubetti, come ho fatto io). Nel frattempo, tagliate il caciocavallo a tocchetti e ponetene un po’ sul fondo di ogni piatto.

    Versate ancora calda la zuppa alla santè con scarola, pollo e polpette in ogni piatto (così il caciocavallo si scioglierà e diventerà filante). Accompagnate la zuppa con il pane abbrustolito.

I Consigli di Una Pasticciona in Cucina:

Per guadagnare ulteriore tempo, potete cuocere la scarola anche la sera prima mentre preparate l’impasto delle polpette. Così potrete gustare con più tranquillità la vostra zuppa alla santè 😉

P.S. Se vi piacciono le mie ricette e volete rimanere sempre aggiornati sulle mie ultime pubblicazioni, seguite la mia pagina Facebook Una Pasticciona in Cucina mettendo un mi piace

Precedente Tiramisù con Pandoro senza Uova Successivo Ragù Vegetariano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.