Pitta calabrese

Share:
Condividi

pitta

Pitta calabrese

Oggi vi presento la ricetta della pitta calabrese : si prepara con la pasta di pane lievitata ed ha la forma di una grossa ciambella . In origine era una focaccia rituale, decorata o dipinta (da qui una delle possibili etimologie del nome : picta = dipinta ) , che gli antichi popoli italici ed i Romani offrivano alle divinità . Altre fonti ritengono che la parola venga dal greco  Πίττα , che significa, appunto, focaccia . Veniva, un tempo, consumata al posto del pane : appena sfornata, veniva tagliata e condita con abbondante olio di oliva, sale e pepe rosso piccante, a scaglie o in polvere, oppure con ciccioli di maiale .

Ingredienti :

500 g di farina di grano tenero  Manitoba  ROSIGNOLI MOLINI

1 cucchiaino e mezzo di sale marino iodato  GEMMA DI MARE

mezzo cubetto di lievito di birra

1 cucchiaino di zucchero

200 g di acqua tiepida

 

Preparazione :

Prendete una ciotola (io ho usato l’ Insalatiera  BAMA) , se volete impastare a mano, oppure, usate la ciotola dell’impastatrice e versate innanzi tutto la farina, aggiungete il sale, lo zucchero, quindi, mescolate un po’, dopodichè aggiungete il mezzo cubetto di lievito di birra, sbriciolandolo con le mani (ricordate di non far urtare mai il lievito al sale, altrimenti l’impasto non crescerà) e versate gradatamente l’acqua tiepida : impastate gli ingredienti, fino ad ottenere una pasta omogenea ed elastica, quindi, ricoprite con un canovaccio e lasciate lievitare per un’ ora circa . Trascorso questo tempo, prendete l’impasto, lavoratelo con le mani e ricavatene 3-4 panetti, a seconda della grandezza desiderata ; prendete ciascun panetto, stendetelo ed allungatelo con le mani, formando delle ciambelle piuttosto grandi, aiutandovi con il manico di un mestolo di legno per formare il buco al centro di ogni pitta . Lasciate lievitare nuovamente le pitte, per circa 30 minuti, su di un piano da lavoro infarinato ; trascorsa questa seconda lievitazione, infornate le pitte a 220-250°, in forno già caldo, per 20 minuti .

 

Anzichè cuocere le pitte nel forno di casa tradizionale, mi sono avvalsa del comodissimo Forno per Pizza  Bella Napoli   MELCHIONI Family .

Questo forno con piano di cottura in pietra refrattaria permette di ottenere facilmente pizze, focacce e pitte, gustose e fragranti come nelle migliori pizzerie o nei migliori panifici, ma con tutta la comodità di prepararle in casa ed in pochissimo tempo !!! Infatti in soli 5 minuti ( a differenza dei tradizionali forni elettrici, per i quali sono necessari non meno di 20 minuti di cottura ) è in grado di sfornare delle meravigliose pizze, focacce, pitte e quant’ altro !! E questo permette di preparare più pietanze in breve tempo, senza dover controllare il forno in continuo : basta inserire la pizza, la focaccia o altro all’interno, posizionare il timer sui 5 minuti ed il forno farà tutto da solo !!pitta

La farina Manitoba dei Molini Rosignoli, grazie al suo alto contenuto di proteine, è particolarmente indicata per la preparazione di lievitati, dolci e salati, focacce e pane fatto in casa ; favorisce la lievitazione del cibo da realizzare, permettendo un’ottima digeribilità dello stesso .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Vota questa ricetta:
Pitta calabrese
  • 4.00 / 55
Questa voce è stata pubblicata in pitta, pitta calabrese e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Pitta calabrese

  1. elena scrive:

    non conoscevo questo piatto mi piace voglio proprio provarlo

  2. Pamela scrive:

    Grazie per questa ottima ricetta.
    Ciao e buon weekend

  3. franci scrive:

    Il titolo mi ha molto incuriosita..pensavo fosse un errore ortografico(a volte capita per la fretta), invece è proprio così…è da provare

  4. Annalisa scrive:

    Non la conoscevo nemmeno io, deve essere buonissima!!!!!

  5. Silvia scrive:

    bella la tua pitta, segno la ricetta per provarla, buon WE, un abbraccio SILVIA

  6. tamara scrive:

    bella, mi piace ed è anche facile, la farò questo fine settimana…un caro saluto

  7. letizia scrive:

    e io che sono calabrese,la conosco benissimo la Pitta e la tua non ha nulla da invidiare all’originale ^_^

  8. Rita scrive:

    uhhh che buona!!! fa venire una voglia!!!!

  9. vickyart scrive:

    buonissima la pitta! p.s. mi piace il tuo fornetto ^.^ ci farò un pensierino! ciao cara!

  10. buonissima *__* si potrà fare anche senza la piastra? ciao cara buon fine settimana :-*

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>