Pitta ‘mpigliata di San Giovanni in Fiore ( Cs )

Pitta 'mpigliata di San Giovanni in Fiore ( Cs )
La Pitta ‘mpigliata è un dolce tradizionale natalizio , preparato un po’ in tutta la provincia di Cosenza , ma la sua vera patria è San Giovanni in Fiore (Cs) , località montana specializzata nella produzione artigianale di pitte ‘mpigliate e che vanta il record della pitta ‘mpigliata più lunga del mondo : ben 130 metri di lunghezza !
Infatti , la pitta ‘mpigliata può assumere diverse forme : lunga a guisa di un cilindro , a treccia , a forma di singole roselline , a spirale oppure a ferro di cavallo . Ed è quest’ultima la forma che solitamente si lascia preferire alle altre .
La ricetta che ho seguito mi è stata data da una dolcissima signora di San Giovanni in Fiore , nostra amica di famiglia ; lei , nonostante i suoi 85 anni , è attivissima e per le festività natalizie prepara sempre tanti dolci buonissimi , tra cui la Pitta ‘mpigliata .Quest’anno ho deciso di chiederle la ricetta , dal momento che , tra tutte le pitte ‘mpigliate che ho assaggiato fino ad ora , la migliore è proprio quella che ogni anno prepara lei ; mi ha subito dato la ricetta , però mi ha detto : ” per preparare bene la pitta ‘mpigliata , bisogna prima vedere come si fa , dal vivo : vieni qui , a San Giovanni in Fiore e ti farò preparare la pitta ‘mpigliata , spiegandoti , di volta in volta , tutti i passaggi !! “
E così è stato ; un’esperienza bellissima !
La ricetta che ho realizzato serve per preparare 4 pitte ‘mpigliate e si basa soprattutto su tazze e cucchiai , in quanto è la ricetta tradizionale sulla quale , la mia cara signora , si basa da moltissimi anni . Io realizzato le pitte ‘mpigliate a forma di ferro di cavallo , ma , come già detto , si possono creare diverse forme a scelta , anche un semplice cilindro avvolto su sè stesso .

Ingredienti  per 4 pitte ‘mpigliate:

Per la pasta:

1 kg di Farina 00

1 tazza grande (circa 200 ml) di Olio Extravergine d’Oliva

1 tazza grande (circa 200 ml) di Vermouth Bianco

1 tazza grande (circa 200 g) di Zucchero

1 cucchiaino di Chiodi di Garofano macinati

1 cucchiaino di Cannella macinata

1 cucchiaio di liquore Anice

1 cucchiaio di liquore StregaPaisanella (grappa tipica silana)
100 ml di succo d’Arancia o Mandarino

1 pizzico di Sale

25 g di Miele di Arancia

Per il ripieno:

1 kg  di Uva Passa

1 kg di Noci spezzettate

1 cucchiaino di Cannella macinata

1 cucchiaino di Chiodi di Garofano macinati

q.b. di Olio Extravergine d’Oliva

q.b. di Zucchero

100 ml di succo d’Arancia

50 ml di liquori misti ( Paisanella, Anice, Strega, Mandarinetto )

30 g di Miele d’Arancia

 

Preparazione della farcia:
Mettete a bagno l’uvetta per 15 minuti in acqua tiepida, scolarla e mettetela in una ciotola, quindi aggiungete le noci, la cannella, i chiodi di garofano, il succo d’arancia, il misto di liquori e il miele, quindi mescolate il tutto.

Preparazione della pasta:
Mettete in una ciotola la farina e lasciate da parte; in un pentolino versate l’olio, il vermouth ed aggiungete lo zucchero, il succo d’arancia, il miele, la cannella, il liquore, il sale e i chiodi di garofano, quindi fate riscaldare un po’ dopodichè aggiugete tutto alla farina: impastate (l’impasto deve venire molto duro) e ricavate dall’impasto 4 panetti; ogni panetto va steso con il matterello, molto sottile e su ogni panetto si stende un pò d’olio e un po’ di zucchero, dopodichè distribuite la farcia preparata precedentemente su ogni panetto, quindi, arrotolate ogni pitta ‘mpigliata su se stessa, molto stretta. Piegate le pitte ‘mpigliate a ferro di cavallo e chiudete bene le estremità con degli stuzzicadenti. Infornate a 170°-180° per 1 ora e mezza. Togliete dal forno e fate raffreddare, quindi servite.

Con questa ricetta partecipo al contest  mani in pasta – la tradizione del natale
Partecipo anche al contest a cena con babbo natale per la sezione babà
Vi ricordo che è partito il mio 1° contest Cremosità o Frutta Secca ?
In palio ricche forniture di prodotti GRAN CUCINA e HULALA’
Vi aspetto numerosi !!!

 
Precedente Fettucce Saporite al Nero di Seppia Successivo Mezzi Paccheri al Tonno e Verdure con Bottarga

Lascia un commento