Totani su fondente di patate e peperoni cruschi

Totani su fondente di patate e peperoni cruschi
Eccomi 🙂 . Allora questa ricetta è nata in maniera casuale, dopo essermi scervellata su cosa cucinare per una cena tra amiche dove Sara non mangiava nessuna verdura (tranne zucchine e patate) e solo qualche tipologia di pesce, l’altra, Jessica, mangiava poco e anche lei alcuni pesci no.
Bene, dovevo fare un piatto con qualcosa che piacesse ad entrambe, ma i peperoni cruschi non potevano mancare, visto che un’altra amica, voleva assaggiarli. Così trovato il pesce e opzionato per le patate, dovevo creare un piatto dove i cruschi, dovevano essere un plus. Se non fossero piaciuti. Bene! Faccio sentire l’odore del crusco secco a Sara e Jessica a cui ovviamente non piace. Così li friggo per me e l’altra amica, però invito le due scettiche ad assaggiarli. Non l’avessi mai fatto, si innamorano del crusco, Sara assaggia per la prima volta in 30 anni i peperoni e Jessica me ne fa friggere una montagna. Vittoria :). Posso cucinare il piatto completo. E vi assicuro che grazie a questa cena ho creato questo piatto di cui mi sono innamorata :). Andiamo a vedere gli ingredienti e il procedimento.

INGREDIENTI 4 PAX
Fondente di patate
– 5 patate medie
– 1 porro
– 2 cucchiai di olio evo
– sale
– pepe
– acqua qb
– 1 cucchiaio di olio di semi di girasole

– 350 gr totani puliti
– 8 peperoni cruschi
– olio evo qb
– sale

PROCEDIMENTO
Fondente
1. Dopo aver affettato a fettine sottili il porro e le patate stufateli in una pentola con dell’olio evo a fiamma bassa aggiungendo dell’acqua fino a ricoprire il tutto, salate e pepate.
2. Quando risulterà tutto cotto frullate a immersione aggiungendo l’ olio di semi, avrete la consistenza simile ad una maionese.

3. In una padella portate a temperatura l’olio evo (abbondante ) e friggete per 2 secondi, uno alla volta i peperoni cruschi, che devono aprirsi e diventare di un colore rosso vivo.
4. Terminati i peperoni cruschi, mettete da parte l’olio e nella stessa padella fate rosolare i totani, aggiungendo l’olio dei cruschi all’occorrenza,e del sale se dovesse essercene bisogno.
5. Salate leggermente i peperoni cruschi croccanti e servite sbriciolandone uno sul piatto e lasciando l’altro intero.

La bontà di ogni senso.
A presto
Antonella

Precedente Polpette povere di San Gerardo Successivo Torta di ricotta lucana