Tortino di rape con pane raffermo e peperoni cruschi

Tortino di rape con pane raffermo e peperoni cruschi

Un nuovo anno ha fatto capolino nelle vite di tutti noi e chissà cosa ci riserverà. I buoni propositi non mancano mai e tra questi mi sono promessa di continuare a coltivare la mia passione nel pochissimo tempo libero che ho a disposizione. Bene! Veniamo a noi: questo mese la rubrica di L’Italia nel piatto propone un tema doc post festività: la cucina degli avanzi, perché in tutte le vostre case sarà avanzato qualcosa  ( scorrete in basso per scoprire i piatti delle altre regioni) . Io ho utilizzato il re della cucina lucana: il peperone crusco abbinato alle rape e al pane avanzati. Ne è venuto fuori questo tortino di rape con pane raffermo e peperone crusco. Dal sapore unico e inconfondibile tutto lucano. Prepararlo è davvero di una semplicità incredibile. Ecco a voi gli ingredienti.

INGREDIENTI 4 PAX

  • 2 mazzi di rape pulite
  • 8 mezze fette di pane raffermo lucano
  • 8 peperoni cruschi
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio evo qb
  • Sale qb

PROCEDIMENTO

  1. Sbollentare le rape in acqua salata.
  2. Nel frattempo in una padella portare a temperatura l’olio evo ed immergervi i peperoni crushi uno alla volta ( la cottura è velocissima, 2 – 3 secondi) e poi metterli da parte.
  3. Utilizzate un cucchiaio di olio evo dove avete fritto i peperoni per rosolare 4 fette di pane tagliate a cubetti, e mettete da parte.
  4. Poi aggiungete l’altro olio dei peperoni cruschi, uno spicchio di aglio, che farete rosolare, e poi le rape. Fate insaporire e aggiungete i cubetti pane.
  5. Mettete tutto in dei pirottini e fate cuocere in forno per 10 min a 250°. Tostate anche le rimanenti 4 mezze fette di pane con un goccio di olio evo.
  6. Servite adagiando il crusco sui tortini di rape  E sbriciolate i peperoni cruschi che restano sulla fetta di pane tostato.

Ed ecco invece le prelibatezze della cucina degli avanzi delle altre regioni 🙂

Valle d’Aosta: seuppa de l’ ȃno

Piemonte: Baci di dama 

Lombardia: I Mondeghili

Trentino Alto Adige: Scheiterhaufen altoatesino con avanzi

Veneto: La Pinza

Friuli Venezia Giulia: Polenta concia

Liguria: Tian di verdure

Emilia Romagna: La panàda

Toscana: Lesso rifatto o francesina

Marche: Suricitti marchigiani  

Umbria: Pancotto

Lazio: Lesso alla Picchiapo’

Sardegna: Is Arrubiolus

Abruzzo: Pallotte cacio e ove

Molise: Pane cotto con i broccoli

Campania: Mozzarella in carrozza 

Puglia: Le polpette di pane 

Calabria: Pasta con la mollica alla calabrese 

Sicilia: La frascatura Siciliana

Precedente Biscotti pan di zenzero Successivo Pasta con crema di piselli e acciughe

12 commenti su “Tortino di rape con pane raffermo e peperoni cruschi

  1. ha un ottimo aspetto, ma per rape intendi cime di rapa…perchè le rape qui sono bianche o al massimo tendenti al violetto… 🙂 grazie delle deluccidazioni !

    • lalucanaincucina il said:

      Si Elena, le cime di rapa 🙂 errore mio che le rape per me sono solo queste :). Un bacione

  2. Bella proposta.
    Questa tipologia di peperoni non la trovo sempre però. Per esempio quest’anno non sono riuscita ad averne. Comunque li adoro, trovo che hanno un sapore unico e una croccantezza particolare. La tua ricetta è da provare assolutamente.

    • lalucanaincucina il said:

      Io li porto da casa, in Toscana non ci sono, nè sono conosciuti. Fortunatamente provengo da nonni contadini e facciamo ancora tutto in casa 🙂

    • lalucanaincucina il said:

      I peperoni cruschi sono il nostro oro rosso, un sapore unico nel suo genere, per nulla eguagliabile al classico peperone, insomma Elisa danno quel tocco in più ad ogni piatto. Buon Anno anche te :*

  3. Purtroppo non ho mai assaggiato i peperoni cruschi dei quali sento tanto parlare. Dovrò venire dalle tue parti e farne una scorta!!! Buon anno, un abbraccio 🙂

    • lalucanaincucina il said:

      Purtroppo sono difficilissimi da trovare e io ne faccio scorta ogni volta che scendo a casa 🙂 Comunque se dovesse capitarti fai un giro in Basilicata, perchè è una terra stupenda 🙂 Un abbraccio

I commenti sono chiusi.