Pasta choux: le zeppole

pasta choux

Il 19 marzo è la festa del papà e come ogni anno, e come tradizione vuole, si fanno le zeppole, diciamo che sono simili nell’impasto ai classici bignè. E per sentirmi a casa, ogni anno, le rifaccio.
Ci sono varie ipotesi sull’invenzione di questo dolce, riferita sia alle suore di San Gregorio Armeno sia a quelle della Croce di Lucca, sia a quelle dello Splendore, sempre comunque a Napoli. La prima ricetta scritta risale al 1837, nel trattato di cucina napoletana di Ippolito Cavalcanti.Ma una leggenda racconta che, dopo la fuga in Egitto con Maria e Gesù, Giuseppe dovette vendere frittelle per poter mantenere la famiglia in terra straniera e così, in tutta Italia, le zeppole sono diventate i dolci tipici della festa del Papà, preparati per celebrare la figura di San Giuseppe.
Diffuse ovunque e ognuno ha la sua ricetta, una ricetta povera che fa venir fuori un dolce strepitoso arricchito con la crema e le amarene sotto spirito.

INGREDIENTI PER CIRCA 18 ZEPPOLE
– 200 gr di farina
– 40 gr di strutto
– 4 uova
– 250 ml di acqua
– un pizzichino di sale
– 36 amarene sotto spirito
– 500 g di crema pasticcera (vedi ricetta in Dolci e Dessert-creme)

PROCEDIMENTO
Non vi allarmate perchè fare la pasta choux è davvero semplice. Per prima cosa bollite l’acqua poi aggiungete un pizzichino di sale e lo strutto. A questo punto versate a pioggia la farina girando con un cucchiaio di legno, pochi minuti e si indurirà. Il primo step per l’impasto è fatto. Ora fatelo raffreddare prima di unire le uova, per evitare il coagulo delle proteine, poi aggiungete il primo uovo e amalgamatelo all’impasto finchè non si è incorporato. Lavorate tutto con la mano o con l’impastatrice usando la foglia (io non ce l’ho). Quando l’impasto è omogeneo aggiungete il secondo uovo, incorporatelo bene e così dicendo per le altre 2 uova.
Otterrete un impasto morbido e appiccicoso. Fate riposare circa 15 minuti. Accendete il forno a 170° (il mio è statico). Ora stendete della carta forno su una teglia e inserite metà dell’impasto nel sacco a poche. Formate dei cerchi distanti abbastanza e infornate, fate cuocere per circa 30 minuti, ma la durata dipenderà sempre dal forno, ricordatevelo, quando sono “abbronzate, tiratele fuori e lasciate raffreddare.
Tagliatele e riempitele con la crema aggiungendo 2 amarene sotto spirito per zeppola.
Questo impasto è ottimo anche per fare i bignè o per sbizzarrirvi come volete :)

Precedente Peperoni verdi lunghi fritti (Pprign sfritt) Successivo Spaghetti con broccolo spigarello