I pani regionali lucani

In collaborazione con l’Italia nel piatto abbiamo pensato di farvi conoscere i pani tipici delle nostre amate regioni italiane dopo avervi proposto i nostri panini speciali . Per la Basilicata elencherò quelli più noti, nonostante nella tradizione ne esistono molte altre tipologie. 
Molto conosciuto in Basilicata è il pane di Matera, il primo ad avere avuto il riconoscimento italiano IGP. Questo pane dalla forma di cornetto nell’antichità veniva preparata nei Sassi e poi cotta nel forno pubblico è prodotto con farine di grano duro locali ed è cotto rigorosamente in forno a legna. Il pane di Matera si presenta come una grossa pagnotta dalla crosta di colore molto scuro e la mollica gialla e morbida.

Ma in Basilicata sono diversi i pani tipici e tradizionali prodotti, tra questi vogliamo ricordare anche la panella, un pagnotta che fa parte delle vecchie tradizioni fornaie del materano, fatta con farina di grano duro, farina di ceci, fave, fagioli e patate. La panella è un pane molto morbido e gustoso, che si lascia gustare anche da sola. Nella zona del circondario potentino la panella invece ha come ingredienti principali la farina di grano duro e il lievito madre, si può trovare anche la variante con le patate. Le panelle lucane hanno la particolarità del taglio a croce sulla parte superiore per favorirne la lievitazione.
Un’altra tipologia di pane molto caratteristico delle Basilicata è La Strazzata. Un pane dalla consistenza di una focaccia. Viene cotta nel forno a legna, su pale rotonde, dandole una forma circolare, con un buco al centro; una volta cotta, l’usanza vuole che venga strappata con le mani, da qui il none Strazzata che in italiano significa “strappata”. Viene impastata con farina di grano tenero e semola di grano duro, acqua, lievito naturale e un pizzico di sale, ma la particolarità è un ingrediente che la rende unica: il pepe che viene tritato . L’ingrediente che la rende unica è il pepe, che viene tritato grossolanamente e aggiunto all’impasto in quantità generose, che le conferisce un sapore particolare e stuzzicante. Come da tradizione, questo alimento era utilizzato nei matrimoni e nelle feste in genere, imbottito con prosciutto crudo e provolone e accompagnato dal vino. (Art. fonte web)
Ho  voluto intenzionalmente mostrarvi il pane lucano che conosco,  tipico della mia zona e non, ma soprattutto parlo sempre, solo e soltanto di ciò che ho potuto assaggiare.
Antonella S.
Precedente Atlante delle eccellenze nascoste Successivo La paparotta lucana