Crea sito

Totani con ripieno alla norma e miglio

In pescheria gli occhi sono caduti sui totani, ho deciso di acquistarli per realizzare una ricetta di mia nonna Giuseppina, sono sicura conquisterà anche voi. Non si tratta dei soliti totani ripieni, bensì una bella elaborazione utilizzando per la farcia melanzane, ricotta e basilico, ingredienti base del sugo della pasta alla Norma. A questi, al posto della solita mollica di pane, ho aggiunto il miglio, cereale straordinario dalle grandi proprietà nutrizionali. Una ricetta ottima anche per i celiaci in quanto totalmente priva di glutine.

Per essere sempre aggiornati sulle novità, iscrivetevi al mio gruppo facebook La Fatina della Farina.. vi aspetto!

Bacioni e alla prossima ricetta

Ingredienti per 4 persone
1 kg di totani freschi, 400 gr di polpa di pomodoro Mutti, 15 foglie di basilico, 1 mazzetto di prezzemolo tritato finemente, 1 melanzana, 300 ml di olio per friggere,100 gr di ricotta, 100 gr di miglio cotto, 40 gr di parmigiano reggiano, 1 uovo, 1 bicchiere scarso di vino bianco secco, 1 spicchio d’aglio, 1 peperoncino, 1 cipolla piccola, 1 carota, 1/2 costa di sedano, 1 rametto di rosmarino, sale  q.b.

Per prima cosa lavate, asciugate la melanzana, tagliatela prima a fette, poi a cubetti grandi circa 1,5 cm. Mettete una casseruola piccola e alta sul fuoco con l’olio, portate in temperatura e friggere i cubetti di melanzane per 2 minuti, sono di dimensioni piccoli e cuociono velocemente). Scolate su carta assorbente.

Lavare accuratamente il miglio fino a quando l’acqua non è pulita.
Mettete sul fuoco una pentola con acqua salata, in essa versare il miglio (la quantità di liquido dev’essere doppio rispetto al cereale). Cuocere per 20 – 25 minuti, fino a quando l’acqua sarà completamente assorbita. Trasferite immediatamente all’interno di un piatto per farlo raffreddare.

Lavate i totani sotto acqua corrente, staccate delicatamente i tentacoli dalle sacche e teneteli da parte. Eliminate dal corpo principale la penna dorsale ed eventuali impurità situati all’interno. Tritate i tentacoli non troppo finemente. Sbucciate uno spicchio d’aglio e con sedano, carota e cipolla (precedentemente lavati), preparate un trito per il soffritto.

In una padella antiaderente fate un giro d’olio Evo (quanto basta per velare il fondo), mettete metà del trito aromatico del soffritto, appena prende calore aggiungete i tentacoli tritati. Fate stufare dolcemente il tutto per 4 minuti, sfumate con il vino, una volta evaporato l’alcool, aggiungete sale e prezzemolo tritato.

Trasferite i tentacoli in una bool di vetro, unite miglio cotto, ricotta, cubetti di melanzane, parmigiano reggiano, l’uovo leggermente sbattuto, menta, basilico spezzettato, rosmarino tritato e sale, amalgamate bene tutti gli ingredienti.
Con un cucchiaio farcite le sacche dei totani fino a 3/4 scarsi della loro capienza, non riempiteli troppo altrimenti si rompono! inserite uno stecchino per chiudere i bordi.

Riprendete la padella dove avete cotto i tentacoli, fate un giro d’olio Evo, inserite l’altra metà del soffritto tenuto da parte e un peperoncino tritato. Accendete il fuoco, una volta che il fondo prende calore, adagiate i totani e fate rosolare da ambo le parti. Sfumate con il restante vino bianco, regolate di sale, infine aggiungete la polpa di pomodoro.

Portate avanti la cottura per 30 – 35 minuti a fiamma moderata, girando di tanto in tanto. Se il fondo dovesse asciugare troppo aggiungete poca acqua calda. Prima di servire, spolverate con una manciata di prezzemolo tritato finemente e un filo d’olio Evo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.