Tordelli versiliesi

Buongiorno, dopo un breve periodo di assenza eccomi nuovamente nel blog a postare ricette gustose per tutti i gusti. Oggi il viaggio si ferma  in toscana, precisamente in Versilia in provincia di Lucca. Propongo un primo piatto gustoso e particolare i tordelli versiliesi. Non si tratta di un errore grammaticale, si chiamano proprio così tordelli e non tortelli come in altre zone. In comune hanno solo la sfoglia, il ripieno dei tordelli è particolare, unisce carne e verdure insieme a ingredienti dal sapore deciso come formaggi, spezie, pangrattato e uovo. A rendere il ripieno ancora più morbido il pane ammollato nel latte. Insomma cosa aggiungere alla premessa, direi nulla. Se sono riuscita a catturare la vostra curiosità di corsa in cucina, garantisco rimarrete piacevolmente soddisfatti. Potete servirli con burro e salvia ma la sua morte come da tradizione sono al ragù!!!

Un bacione e alla prossima ricetta!

Ingredienti per 6 -8 persone

Per la pasta 

400 gr di farina 00
4 uova medie
1 pizzico di sale, 1 cucchiaio di olio Evo

Ripieno

300 gr di macinato di vitellone
150 gr di macinato magro di maiale
90 gr di mortadella
300 gr di bietoline + 100 gr di borragine lessate
100 gr di pane ammollata nel latte
70 gr di parmigiano reggiano grattugiato
30 gr di pecorino grattugiato
1 uova
noce moscata grattugiata q.b
olio Evo, sale e pepe q.b
timo serpillo q.b
mezzo bicchiere di vino rosso

Iniziate preparando il ripieno del tordelli versiliesi.

Strizzate bietola e borragine, eliminate l’acqua in eccesso e tritatele grossolanamente. In una padella versate un filo d’olio Evo con uno spicchio d’aglio in camicia, aggiungete le verdure e cuocere per 5 minuti, infine salate e pepate. Eliminate l’aglio e trasferite tutto in una bacinella e lasciate raffreddare.

Mettete il pane a rinvenire nel latte.

Nella stessa padella dove avete cotto le verdure, mettete un giro d’olio, appena prende calore unite le due carni tritate. Cuocere fino a quando sono ben cotte, sfumate con il vino rosso, una volta evaporato l’alcool coprite e prolungate la cottura per 20 minuti mescolando spesso. Prima di spegnere salate e pepate a piacere.

Fate intiepidire e versate nel composto di verdure.

Aggiungete parmigiano, pecorino, sale, pepe, noce moscata, timo, uovo e pane raffermo strizzato.

Amalgamate bene tutti gli ingredienti e tenete da parte.

Passate alla preparazione della pasta.

Disponete la farina sulla spianatoia, formate un cratere al centro, inserite le uova, una presa di sale e un cucchiaio d’olio Evo.

Sbattete le uova con una forchetta e lentamente partendo dal centro aggiungete la farina poco per volta, quando la massa inizierà a prendere forma usate le mani.

Ottenuto l’impasto, avvolgete in pellicola trasparente e lasciate da parte per 30 minuti.


Riprendete la massa e stendetela con il matterello (o sfogliatrice), fino a ricavare una pasta sottile.

Con un bicchiere o tagliapasta rotondo di diametro 7 cm, tagliate i dischi di pasta. Mettete 1 cucchiaio abbondante di ripieno al centro, piegate la pasta a metà ottenendo i tordelli  a forma di mezzaluna. Con i rebbi della forchetta schiacciate i bordi per sigillarli perfettamente.

Cuocere i tordelli in abbondante acqua salata. Se rispettate lo spessore indicato sono pronti in 6 minuti. Dimensioni più alte della pasta richiedono ovviamente minuti di cottura in più. Potete servirli con burro e salvia, ma la sua morte come da tradizione sono al ragù!!!

Ringrazio per l’aiuto fotografico RitaE sempre perfetta in ogni scatto

 

 

Precedente Vellutata di cavolo rosso e stracciatella

Lascia un commento