Crea sito

Spaghetti al pomodoro risottati con feta greca

Oggi vi propongo qualcosa di veramente originale, non tanto per l’impiatto, ma per la tecnica di cottura. Ho preparato per voi uno squisito piatto di spaghetti al pomodoro risottati e feta greca. Una cottura non nella classica acqua, bensì nel sugo di pomodoro. Penetra nella struttura della pasta e apporta un sapore unico e straordinario, la tecnica è quella del risotto. Se siete curiosi di provarli vi lascio in compagnia degli ingredienti e procedimento. Bacioni a presto!

Note: volevo decorare con un ciuffo di basilico, purtroppo questa mattina al mercato le piantine erano bruttissime.

Ingredienti per 4 persone
400 gr di spaghetti o linguine
700 ml di passata di pomodoro Mutti
4 bicchieri d’acqua
10 foglie di basilico
Olio Evo, sale, pepe q.b
1 spicchio d’aglio
35 gr di feta greca

In una casseruola mettete un filo d’olio e l’aglio intero, appena prende calore abbassate la fiamma e inserite passata di pomodoro e acqua, girate e fate cuocere 10 minuti a fiamma moderata. Quando il sugo è caldo eliminate l’aglio, salate e pepate a piacere.

E’ il momento di aggiungere gli spaghetti, aspettate due minuti che il vapore e il sugo ammorbidiscono la pasta, dopodiché con un forchettone di legno o plastica, delicatamente cercate di distribuirla nel fondo della casseruola.

Abbassate la fiamma e coprite il tegame con un coperchio di vetro, vi permetterà di controllare meglio gli spaghetti senza dover scoprire ogni minuto, facendo fuoriuscire vapore necessario per la perfetta riuscita della ricetta.

Continuate la cottura girando di tanto in tanto e seguite in modo particolare che il sugo non asciughi troppo. Aggiungete se necessario 1 mestolo di acqua calda.  Non esistono minuti precisi da indicare per la perfetta cottura degli spaghetti risottati, di certo oltre quella indicata sulla confezione dal produttore, considerate qualche minuto in più. Conta molto la manualità e l’esperienza, anche se per voi può essere una tecnica nuova, basterà seguire due semplici regole e servirete un piatto squisito degno del miglior ristorante stellato.

  1. Assaggiate spesso la pasta e mantenete sempre una buona umidità nel fondo della casseruola.
  2. Quando sentirete che è al dente, da quel momento non aggiungete più acqua, ma aspettate che quella presente venga in parte assorbita.

Personalmente con degli spaghetti artigianali in tutto ho impiegato per realizzarli 14 minuti da quando si sono ammorbiditi nella casseruola. Se volete impiattare in modo chic, prelevate gli spaghetti con il forchettone e arrotolateli nel mestolo,  infine deponete il nido ottenuto al centro del piatto. Terminate con un filo d’olio Evo, un cucchiaio di sugo e sbriciolate sopra la feta greca.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.