Crea sito

Casatiello napoletano

 

Diamo inizio alle preparazioni delle ricette tipiche pasquali, con forte incidenza di quelle tradizionali. In famiglia viviamo le feste religiose nella preghiera e l’occasione per festeggiare intorno alla tavola con bontà fatte dalle donne di casa. Oggi vi propongo il Casatiello napoletano, l’eccellenza della cucina partenopea, una specialità tipica della Pasqua. Non serve alcuna presentazione, famosissimo in Italia e anche all’estero, un impasto di pane arricchito di salame tipo napoli e pecorino. Esistono anche altre versioni, quello con ciccioli di maiale, provolone del monaco e diversi tipi di salumi e per finire anche un Casatiello dolce. Non meno famoso il “Tortano” per certi aspetti simile al Casatiello, da cui differisce per le uova sode tagliate a spicchi e poste all’interno dell’impasto.

Al termine della ricetta troverete anche alcuni consigli di come conservarlo. Bacioni a presto!

Ingredienti per uno stampo a ciambella diametro 24

650 gr di farina
375 gr di acqua
30 gr di olio Evo
12 gr di lievito di birra fresco
15 gr di sale fino
25 gr di strutto
4 uova
180 gr di salame tipo napoli (nel mio casatiello quello non piccante)
180 gr di pecorino
pepe q.b

Procedimento

Sciogliete il lievito di birra in acqua tiepida (non calda) con lo zucchero, aggiungete l’olio e lo strutto (foto 1). Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro e fate un cratere al centro (foto 2).

Distribuite il sale lungo il bordo esterno della farina, inizialmente non deve venire a contatto con il lievito.

Versate al centro della farina il lievito di birra sciolto, lavorate l’impasto per 10 minuti fino ad ottenere una massa morbida e compatta. Inserite l’impasto all’interno di una ciotola unta d’olio, avvolgetela con pellicola e coprite con un canovaccio. Fate lievitare fino al raddoppio.

Tagliate a cubetti il salame e pecorino

Adagiate la pasta sul piano di lavoro, prelevate dal totale un pallina piccola, necessaria alla fine dell’esecuzione della ricetta. Procedete con stendere il restante impasto allo spessore di 1 centimetro.

Disponete su tutta la superficie salame e pecorino a cubetti

Ungete di strutto un “ruoto” alias stampo a ciambella diametro 24 inserite il rotolo e unite bene le due estremità per evitare che in cottura possa aprirsi

Posizionate con delicatezza le uova crude (non sode) nei 4 punti cardinali, fate solo una leggera pressione sulla pasta

Prendete la pallina d’impasto (prelevata all’inizio) e ricavate 8 strisce con cui ingabbiare le uova, per ognuna ne necessitano due (vedi foto).

Coprite nuovamente con la pellicola e canovaccio e lasciate riposare per 1 ora e 30 minuti. Questo tempo è sufficiente per la lievitazione. Per la perfetta riuscita del Casatiello l’importante è tenerlo lontano da correnti d’aria

Preriscaldate il forno a 170° statico e infornate nella parte più bassa del forno e cuocere per 75 minuti

Dopo la cottura posizionate il casatiello su una griglia e sfornatelo quando è tiepido. Consiglio di degustarlo il giorno successivo, durante il riposo acquisisce maggiore profumo e gusto.

Una volta tagliato, ammesso che avanzi qualcosa, avvolgete il casatiello con pellicola così da rimanere morbido e fragrante. Si conserva per 4 giorni a temperatura ambiente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.