Sarde a beccafico

Le sarde a beccafico sono un gustosissimo antipasto o secondo piatto di origine siciliana: il connubio di sapori che si mescolano in questo piatto ne fa una pietanza particolarmente saporita e ghiotta, sicuramente da provare.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 25 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Sarde (pulite ed aperte a libro) 1 kg
  • Uvetta 50 g
  • Pinoli (tostati) 50 g
  • Cipolle 1
  • Prezzemolo q.b.
  • Mollica 300 g
  • Alloro foglie q.b.
  • Parmigiano reggiano 100 g
  • Pecorino 100 g
  • Succo di limone q.b.
  • Olio q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Zucchero q.b.

Preparazione

  1. Tritare finemente la cipolla e soffriggerla con un po’ di olio evo. Aggiungere l’uvetta ammollata e strizzata ed i pinoli precedentemente tostati e 150 g di mollica fresca. Lasciare insaporire per 5 minuti.

    In un altra padella mettere un filo di olio evo, la restante mollica ed un pizzico di zucchero, far dorare la mollica a fuoco dolce “atturrare” mescolando continuamente, non deve bruciare.

    In una terrina mescolare il parmigiano, pecorino, il prezzemolo tritato, pepe il succo del limone (q.b.) e la mollica tostata e la mollica condita con i pinoli e uvetta.

     

  2. Su un piano di lavoro sistemate le sarde già pulite ed aperte a libro, mettere sopra la mollica condita su tutta la superficie della sarda e pigiare bene.

    Arrotolate la sarda su se stessa cominciando dalla parte più larga , lasciare la codina fuori. Se necessario fermare con uno stuzzicadenti.

    In una pirofila unta di olio evo adagiare le sarde separandole, alternando, con la foglia di alloro e qualche fetta di limone.

    Irrorare le sarde con una salsa preparata con succo di limone, olio evo, sale ed un pizzico di zucchero.

    Cottura in forno a 180° per 20/25 minuti.

    Le sarde a beccafico si conservano per 1-2 giorni in frigorifero coperte con pellicola trasparente. Per una conservazione più lunga cuocere in forno a 180° per 10 minuti, Trasferire le sarde nei vasi di vetro e continuare a cuocere in Vasocottura.

    Buon appetito!

Note

Senza categoria
Precedente Polpo bollito (lu purpu vugghiutu) Successivo Torta di compleanno al cioccolato

Lascia un commento