Un viaggio alla scoperta dei sapori, dei profumi e delle dolcezze della Cucina Piemontese.

Se è vero che la cucina piemontese è fra le più varie e raffinate del nostro paese, è anche vero che molte delle sue ricette sono d’ispirazione contadina. I piemontesi, per loro natura sobri ma altresì amanti della buona tavola, hanno menù ricchi e articolati.

Caratteristiche salienti: l’utilizzo abbondante di burro e lardo (soprattutto nel passato), il consumo di verdure crude, l’uso del sanato (carne di vitello di pochi mesi nutrito con solo latte), la scelta dei formaggi, la presenza estesa dei tartufi, la preparazione dei grissini e l’impiego attento dell’aglio (bagna cauda).

Un posto d’onore nell’alimentazione del Piemonte è occupato dal riso, che ha in quest’area la suazona di maggior produzione europea. Nel Vercellese, la bonifica delle terre paludose fatta dai monaci cistercensi alla fine del medioevo, portò alla coltivazione intensiva del riso, e i conseguenti flussi migratori dei lavoratori ne promossero il consumo in tutta la regione. Pur conservando un’autenticità, la cucina piemontese dovette fare i conti nel ‘700 con l’influenza della confinante Francia.

Ne è testimonianza il trattato settecentesco di anonimo: “Il cuoco piemontese perfezionato a Parigi”.

Fondamentale nella pubblicistica culinaria dell’Ottocento è invece il “Trattato di cucina pasticcera” del piemontese Giovanni Vialardi. L’opera fornisce un ricco repertorio di ricette italiane e non, tramandandoci alcune preparazioni fondamentali della cucina torinese e piemontese. Nel trattato del Vialardi sono ricordate le “tomatiche” (pomodori) farcite col riso alla novarese, la “carlotte di mele o pere” (dolce di frutta cotta) il cui nome deriva dal francese charlotte, e le “castagne confettate” (marrons glacés).

Diverse sono le preparazioni denominate “alla piemontese”.

Quella generica identifica una ricetta caratterizzata dalla presenza dei tartufi bianchi, poi c’è la farinata, il “bollito” (carni di manzo e vitello), il fritto (antipasto con pesciolini di fiume, frattaglie, frittelle di mele, semolino dolce e amaretti).

Leggi anche:  Bocconcini farciti e dorati.

Nel Piemonte sono celebri anche i dolci: dal bonet al castagnaccio al gianduiotto. Centro creativo di questa produzione è Torino, con i tanti caffè storici, dove le vetrine traboccano di savoiardi, krumiri, amaretti, praline, marrons glacés, cioccolatini e caramelle che si possono accompagnare
ad uno zabaglione o ad un “bicerin” (caffè, latte e cioccolato), definito “indimenticabile” da Dumas nel 1852.

Come preparare una deliziosa polenta concia alla piemontese.

Come preparare una deliziosa polenta concia alla piemontese.

Polenta concia alla piemontese piatto tipico del Santuario di Oropa a Biella. Uno dei piatti simbolo del Biellese (forse il… Continua »

Agnolotti al sugo d’arrosto con cavolo e formaggio.

Agnolotti al sugo d’arrosto con cavolo e formaggio.

Gli agnolotti al sugo d’arrosto sono un piatto tipico del Carnevale. A Carnevale, mentre gli uomini giocavano a cuciòn (si… Continua »

Tagliatelle al limone e menta.

Tagliatelle al limone e menta.

Tagliatelle al limone e menta, un primo davvero squisito. Le tagliatelle o fettuccine sono una pasta all’uovo tipica del centro… Continua »


Tagliolini ai funghi, tagliolini che sanno di bosco.

Tagliolini ai funghi, tagliolini che sanno di bosco.

I tagliolini (o taglierini) sono una varietà di pasta all’uovo tipica della cucina italiana inserita nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali… Continua »

Rotolo di Coniglio ai Porcini.

Rotolo di Coniglio ai Porcini.

La carne di coniglio è estremamente magra e poco calorica. Possiede un’ottima percentuale di proteine ad alto valore biologico e… Continua »

Pollo alla diavola all’agro.

Pollo alla diavola all’agro.

Pollo alla diavola all’agro. Consigli pratici. Oltre all’olio di oliva extravergine, per il pollo alla diavola, l’uso di olio di… Continua »

Uova alla Bela Rosin, legati alla celebre storia d’amore fra Vittorio Emanuele II e la sua amante, la contessa di Mirafiori.

Uova alla Bela Rosin, legati alla celebre storia d’amore fra Vittorio Emanuele II e la sua amante, la contessa di Mirafiori.

Sono molti i piatti della cucina piemontese che portano dei nomi in qualche modo legati alla celebre storia d’amore fra… Continua »

Leggi anche:  Bucatini alla marinara, ricco e saporito piatto toscano.

Agnolotti alla Cavour.

Agnolotti alla Cavour.

Camillo Benso, conte di Cavour, è noto a tutti come uno dei protagonisti del Risorgimento, se non altro perché lo… Continua »


Fricassea di coniglio con pomodori e aneto.

Fricassea di coniglio con pomodori e aneto.

Ingredienti: per 6 persone un coniglio, circa kg212 pomodori mediestratto di carneanetozuccherovino bianco seccoolio d’olivasale grosso e finopepe Preparazione: 30′… Continua »

Risotto ai porcini.

Risotto ai porcini.

I boschi italiani sono ricchi di funghi porcini, che dagli esperti sono considerati i più pregiati al mondo. Ogni regione… Continua »

Ravioli di zucca con salsiccia.

Ravioli di zucca con salsiccia.

Ingredienti: per 6 persone Per la pasta:200 g farina2 uovaolio d’olivasale Per il ripieno e il condimento:una fetta di zucca… Continua »

Tagliatelle verdi con sugo di cinghiale.

Tagliatelle verdi con sugo di cinghiale.

Ingredienti: per 4 persone Per le tagliatelle:250 g farina20 g spinaci lessi gia strizzati e tritati2 uovasaleolio d’oliva Per il… Continua »

Coniglio al marsala con castagne.

Coniglio al marsala con castagne.

    Per eliminare l’odore di “selvatico” del coniglio, lasciatelo a bagno in acqua e aceto, poi asciugatelo a lungo… Continua »

Coniglio all’aceto balsamico.

Coniglio all’aceto balsamico.

Per eliminare l’odore di “selvatico” del coniglio, lasciatelo a bagno in acqua e aceto, poi asciugatelo a lungo sotto l’acqua… Continua »

Tronchetti al gratin con asparagi e prosciutto crudo magro.

Tronchetti al gratin con asparagi e prosciutto crudo magro.

Ingredienti: per 4 persone 150 g di pasta fresca all’uovo per lasagne450 g di asparagi30 g di farina3 dl di… Continua »

La castagna in rosso, umile regina.

La castagna in rosso, umile regina.

L’abbinamento vino rosso e castagne ha origini remote. Un classico in tavola ancora oggi. Alimento povero del passato, ma dalla… Continua »

Castagne rustiche con il guanciale.

Castagne rustiche con il guanciale.

Dall’inizio del terzo millennio la castanicoltura, che nei decenni precedenti aveva subito una preoccupante flessione, ha registrato un’importante ripresa. I… Continua »

Anelli di castagne e prosciutto.

Anelli di castagne e prosciutto.

Le castagne, presenti soprattutto nelle zone montane, essendo molto ricche di amido, dalla metà del secolo scorso hanno rappresentato per… Continua »

Leggi anche:  Coniglio all'aceto balsamico.

Castagnaccio al miele.

Castagnaccio al miele.

Consigli: Attenzione a usare per questa preparazione un olio di sapore neutro, dato che il castagnaccio ha una vena un… Continua »

Tagliata di manzo ai porcini, facile, gustosa e adatta ad ogni occasione.

Tagliata di manzo ai porcini, facile, gustosa e adatta ad ogni occasione.

Tagliata di manzo ai porcini : Scopri come preparare questa deliziosa ricetta. Facile, gustosa e adatta ad ogni occasione. Se… Continua »

In collaborazione con Dolci & Dessert:

Il Marzapane è una consistente preparazione dolciaria fatta di pasta di mandorle.

IL MARZAPANE È UNA CONSISTENTE PREPARAZIONE DOLCIARIA FATTA DI PASTA DI MANDORLE.

Il marzapane è una preparazione dolciaria più o meno consistente, costituita da pasta di mandorle finemente suddivisa ed amalgamata con… Continua »

Crostata di crema alle mandorle.

CROSTATA DI CREMA ALLE MANDORLE.

Ingredienti: per 8 persone una confezione di pasta frolla pronta stesa230 g di ricotta piemontese100 g di mandorle in polveremandorle… Continua »

 
Precedente Un viaggio alla scoperta dei sapori, dei profumi e delle dolcezze della Cucina Molisana. Successivo Come preparare un delizioso risotto giallo con gamberi e zucchine.

Lascia un commento

*