Torta Pasqualina con i Carciofi.

torta_pasqualina

Buoni sapori di Liguria, le flagranti sfoglie della torta pasqualina con i carciofi.

Ingredienti: per 6 persone

500 g farina bianca
500 g di ricotta fresca
6 carciofi con le spine
8 uova di quaglia (o 4 di gallina)
50 g di grana grattugiato
uno spicchio di aglio
prezzemolo
maggiorana
olio extravergine d’oliva ligure
sale
pepe

Preparazione: 115′
Cottura: 60’

  • Pulite i carciofi conservando solo i cuori teneri e tagliateli a fettine.
  • Rosolate in una larga padella l’aglio schiacciato con 3 cucchiai di olio, aggiungete i carciofi, salateli, pepateli e cuoceteli a fuoco vivo per una decina di minuti; alla fine profumateli con un trito di prezzemolo e maggiorana.
  • Quando sono tiepidi, mescolateli alla ricotta, unite il grana e regolate di sale.
  • Impastate la farina con 3 cucchiai di olio, un pizzico di sale e 2 dl circa di acqua tiepida.
  • Lavorate l’impasto unendo, se necessario, ancora poca acqua: dovrete ottenere una pasta morbida ma consistente.
  • Dividetela in 8 parti, formate delle palline e stendetele con il matterello sulla spianatoia infarinata, fino a ottenere dei dischi molto sottili.
  • Ungete di olio uno stampo di 22 cm, foderatelo con un disco di pasta, lasciandolo sbordare, e spennellatelo con un velo di olio.
  • Sovrapponete al primo altri 3 dischi, spennellando ciascuno con olio e lasciandoli sempre sbordare.   
  • Stendete sul quarto disco il ripieno, formate tante fossette quante sono le uova e sgusciate in ciascuna un uovo; coprite con i restanti dischi di pasta, sempre unti di olio.   
  • Ripiegate la pasta che sborda verso l’interno, spennellate di olio la superficie, punzecchiatela qua e là e cuocete la torta in forno a 180° per 40-45 minuti.
  • Servitela tiepida.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

 
Precedente Petti di pollo glassati. Successivo Lezione di agnello: semplici tecniche di cottura, ma con accorgimenti precisi e astuzie da chef.

Lascia un commento