Tagliolini ai funghi, tagliolini che sanno di bosco.

L’Agrocybe aegerita, volgarmente conosciuto come Piopparello oppure Pioppino, è uno dei più gustosi, profumati ed apprezzati funghi commestibili.

È una specie saprofita piuttosto adattabile che si presta molto bene alla coltivazione artificiale, su ceppi di latifoglie (es. pioppo o sambuco) parzialmente interrati ed umidi, ma non bisogna allagare il terreno circostante in quanto un eccesso di acqua può inibire completamente la formazione dei carpofori.

I funghi pioppini da cucinare di migliore qualità sono generalmente quelli di piccole e medie dimensioni: vanno scelti con i gambi teneri e i “cappelli” di colore bianco o leggermente marroncini, altrimenti possono risultare poco digeribili.

tagliolini_ai_funghi

Ingredienti: per 4 persone

300 g di farina più quella per infarinare
2 uova
150 g di funghi porcini surgelati o pioppini
4 scalogni
250 g di passata di pomodoro
vino bianco
3 cucchiai di olio
sale
pepe

Facoltativo:
grana grattugiato

Preparazione: 90′ + lo scongelamento + il riposo.

  • Fate scongelare i funghi a tempera­tura ambiente, poi tritateli finemente e metteteli su un setaccio a perdere acqua per un paio d’ore.
  • Fate la fon­tana con la farina, sulla spianatoia. spolverizzatela di sale.
  • Sgusciatevi al centro le uova e cominciate a intri­derle con la farina, usando una for­chetta o la punta delle dita.
  • Poi aggiungete i funghi tritati e un filo di acqua.
  • Lavorate ora la pasta a piene mani, per distribuire bene i funghi nell’impasto.
  • Continuate per almeno 10 minuti, sbattendo la pasta sul tavolo, allargandola e riammassando­la. fino a che avrà raggiunto una buo­na elasticità.
  • Fatela riposare per mezz’ora, coperta, poi ricavatene dei tagliolini. sulla spianatoia infarinata, i funghi impastati con la farina danno a questo piatto un sapore irresistibile.
  • E non da meno le tagliatelle alle olive e pomodori lasciandoli asciugare per un’altra mezz’ora.

Quanto nutre una porzione: 450 calorie

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

 
Precedente Ravioli con scampi, radicchio rosso di Treviso e ricotta. Successivo Carpaccio di salmone con salsa all'aneto.

Lascia un commento