Speciale Natale: Gamberi rossi alla sanremese.

Speciale Natale: Gamberi rossi alla sanremese.

Questo Natale tutto in casa vostra sarà davvero perfetto con questi consigli!

Ricette per tutti i gusti, dolci deliziosi e tante idee per decorare la casa e renderla più natalizia della casa di Babbo Natale!

I gamberi utilizzati in cucina possono essere diversi in base all’uso a cui sono destinati. Si possono trovare i gamberi indiani (Parapenaeopsis stylifera), provenienti dall’Oceano Indiano, utilizzati per la realizzazione di insalate e preparati per risotti, di medie dimensioni, solitamente sgusciati e gustosi. A questi si aggiungono i gamberetti boreali (comunemente chiamati gamberi gobetti) (Pandalus borealis) per la realizzazione di fritti, solitamente utilizzati con il loro carapace per racchiudere all’interno tutte le caratteristiche e il gusto del gamberetto. Vive nell’Oceano Atlantico e nei mari della Groenlandia. E infine le mazzancolle tropicali (Peneus vannamei) per realizzare pregiati antipasti e insalate di mare, ma anche fritti di pesce. Di dimensioni più grandi rispetto ai gamberi, ha un gusto molto delicato e raffinato. Vive nei fondali fangosi. E’ comunemente allevata in Indonesia e in Tailandia.

gamberi

Ingredienti: per 4 persone

Leggi anche:  Speciale Natale: Pollo alla diavola all'agra.

500 g di gamberi rossi freschi
1 bicchiere di olio extravergine d’oliva
2 spicchi d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 bicchiere i vino bianco
sale

Preparazione: 30’

  • In una teglia grande preparate un soffritto con l’olio extravergine d’oliva, i 2 spicchi d’aglio e il prezzemolo trittado finemente.
  • Fate cuocere a fuoco moderato finchè l’olio non è abbastanza e lìaglio appena dorato, quindi tuffatevi i gamberi freschi.
  • Fate prendere per pochi minuti, dopodichè irrorate i crostacei con il vino bianco e coprite la teglia con un coperchio.
  • Fate restringere appena il sugo di cottura e finite di cuocere.
  • Lasciate stiepidire e portate in tavola su un piatto di pesce guarnito con ciuffetti di prezzemolo e fettine di limone.

Nel Mediterraneo con il nome di gambero rosso vengono di solito identificate due specie, Aristeus antennatus, detto anche gambero imperiale, ed Aristeomorpha foliacea. Le due specie sono molto simili, per forma colore ed abitudini di vita. Si tratta di due gamberi dal colore rosso vivo, con un carapace robusto munito di spine, cinque appendici natatorie con l’ultimo segmento addominale che termina con una coda a forma di ventaglio, che possono raggiungere dimensioni massime di una ventina di cm. La distinzione di una specie dall’altra è difficile, è possibile contando i denti che si trovano sul rostro, al di sotto del quale si trovano gli occhi peduncolati, che sono tre in Aristeus e cinque o sei in Aristeomorpha. I gamberi rossi vivono in gruppi numerosi a profondità comprese tra 200 e 1000 m.

Con il termine gamberetto si intende invece un sottogruppo dei gamberi che si differenziano da questi per le loro dimensioni inferiori (sotto i 10 cm); i gamberetti possono essere sia di mare che di fiume. Quelli più diffusi nei mari europei sono i Palaemon serratus, lievemente schiacciati lateralmente; di colore trasparente, con sfumature grigie-marroni.

I gamberi e i gamberetti vengono commercializzati sia freschi che surgelati o precotti; i gamberi sono ricchi di proteine e poveri di grassi, forniscono inoltre un buon apporto di Sali minerali.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

 
Precedente Speciale Natale: Triglie alla livornese. Successivo Speciale Natale: Bignole alla fonduta.

Lascia un commento

*