Ricettario Genovese: involtini di verza.

involtini_verza

Gli involtini di verza sono un antipasto o un secondo piatto molto gustoso ideale da servire durante le giornate autunnali.

Si prende una foglia intera di verza per ogni persona, supponiamo 4 persone. Si fa bollire un bicchierino di riso a persona.

Si fa bollire una foglia di verza a persona. Intanto si prepara il ripieno formato da carne trita, di solito avanzi di arrosto di maiale o di pollo o di coniglio oppure da trita di cavallo soffritta; uova, formaggio, sale e verdure di stagione, peperone, finocchio, sedano, carota, aglio, prezzemolo, cipolla, salvia o rosmarino, mandarino o pesca.

Qualsiasi verdura o frutto di stagione va bene, basta prenderne un pezzo per qualità, arancio, avocado, uva, uvetta, ciliegie o altro, banana, melone, zucca e altro.

Volendo si usa mischiare il riso con zafferano ma non é indispensabile, se si vuole dare un sapore speciale si bagna il riso bollito, con champagne oppure con vino rosso e allora il riso assumerà un colore stranamente rosato.

Leggi anche:  Come preparare una deliziosa millefoglia vegetariana con melanzana e zucchine.

Per salare usare mezz’etto di acciughe sotto sale appena dissalate in acqua corrente ma in mancanza di meglio usare sale da cucina e in questo caso sarà opportuno aumentare la quantità della carne aggiungendo prosciutto crudo o cotto o mortadella, in quantità opportuna nella misura di mezz’etto ogni persona.

Una volta preparati tutti gli ingredienti, fondamentalmente le foglie di verza bollita e il ripieno con il riso, si dispongono 4 cucchiai di ripieno nelle foglie di verza e si arrotolano in una padella che si fa cuocere a fuoco lento o al forno.

A metà cottura degli involtini si può aggiungere un sapore per pastasciutta o per riso, a base di peperoncino e altri sapori già tritati e pronti in bottiglietta.

    Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

    Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

    Leggi anche:  Tartellette con prosciutto e indivia belga.
     
    Precedente Ricettario Genovese: i funghi porcini. Successivo Ricettario Genovese: Il Panettone è da sempre una presenza d'obbligo sulla tavola di ogni buongustaio.

    Lascia un commento

    *