Ravioli con scampi, radicchio rosso di Treviso e ricotta.

Lo scampo ha carni molto delicate, morbide e gustose.

È da consumare fresco per gustarne completamente la delicatezza.

Tutti i crostacei, dopo bollitura, diventano rosa o rossi.

Lo scampo può essere cucinato e presentato in vari modi: come antipasto dopo averlo bollito; alla griglia, con guscio o senza guscio, oppure sgusciato, senza testa e fritto.

Ottimo aggiunto ai primi piatti con pasta o riso.

f-branzino

Ingredienti: per 4 persone

700 gr di farina
olio extravergine d’oliva
400 gr di scampi
200 gr di ricotta
2 cespi di radicchio rosso di Treviso
burro
sale
pepe

Preparazione: 30’

 

  • Tagliatela in dischi (almeno 3 ravioli per ospite) e lasciatela riposare su uno strofinaccio infarinato.
  • Fate appassire a fuoco dolcissimo in poco olio il radicchio tritato finissimo del quale avrete tenuto da parte 5-6 foglie.
  • Quando sarà appassito aggiungete tutti gli scampi tritati meno uno per ospite.
  • Salate, pepate e fate cuocere.
  • Lasciate raffredare quindi mescolate con la ricotta. Suddividete ora l’impasto su metà dei dischi, copriteli con l’altra metà e sigillate bene i bordi.
  • Portate a ebollizione una pentola con abbondante acqua salata e lessatevi i ravioli.
  • Intanto preparate il condimento: tagliate a metà gli scampi tenuti da parte e fateli saltare a fuoco vivo in poco olio e burro,
  • Fate appassire in poco olio il radicchio tenuto da parte tritato finissimo: fate fondere abbastanza burro.
  • Quando i ravioli saranno cotti, irrorateli col burro fuso, cospargeteli con radicchio e decorateli con gli scampi.

    Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

    cucina15

 

 
Leggi anche:  Panzerotti al prosciutto con scamorza affumicata.
Precedente Volete saperne di più sulla vitivinicoltura sostenibile? Approfittate dell’e-learning! Successivo Tagliolini ai funghi, tagliolini che sanno di bosco.

Lascia un commento

*