Puri-chapati e raita: cucina indiana, semplice, equilibrata, basata su ricette e principi millenari.

Scopriamo insieme tutti i sapori e i segreti della cucina indiana: impariamo a preparare ad esempio pietanze deliziose a base di riso, curry e di tutte le spezie tipiche e amatissime in questo tipo di cucina.

La cucina indiana  è l’espressione dell’arte culinaria sviluppata in India. Questa è nota soprattutto per il grande uso che fa di spezie, latte e latticini.

Si differenzia in numerose varietà regionali, comunque riferibili a due grandi gruppi: la cucina dell’India del nord, che fa uso di carni ed è meno speziata, e quella del sud, vegetariana e più speziata.
puri_chapati

Il chapati è un pane molto povero, fatto di acqua e di farina integrale di frumento macinata finissima –in India ha, ovviamente, molti nomi: Atta o Hatta—.

Si può consumare solo o accompagnato alle pietanze.

I principi dietetici scritti nei testi sacri dell’Ayurveda regolano il dosaggio e i miscugli delle spezie affermando che un’alimentazione fortemente speziata è una garanzia di buona salute.

Ingredienti: per 6 persone

Puri-chapati:

500 g farina integrale
olio d’arachidi

Raita:

500 g yogurt intero
1 cetriolo medio
Peperoncino
Cumino in polvere
Sale

Preparazione: 30’

  • Puri-chapati: impastate la farina integrale con l’acqua sufficiente per ottenere un impasto omogeneo.
  • Fatelo riposare per 15′ quindi dividetelo in 24 pezzi che stenderete il più sottile possibile.
  • Friggetene 12 in abbondante olio bollente sgocciolate i “puri” così ottenuti e teneteli in caldo.
  • Cuocete sulla piastra calda i dischi rimasti poi passati i “chapati” per alcuni secondi direttamente sulla piastra del gas per farli gonfiare.
  • Raita: pelate il cetriolo, riducetelo a dadini, mescolatelo allo yogurt e aggiungete un pizzico di sale.
  • Raccogliete il tutto in una coppa e spolverizzate con mezzo cucchiaino di cumino e mezzo di peperoncino piccante in polvere.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

 
Precedente Baccalà alla napoletana. Successivo Rotolo di verza farcito con pancetta.

Lascia un commento