Gamberi rossi alla sanremese.

Gamberi rossi alla sanremese. I gamberi utilizzati in cucina possono essere diversi in base all’uso a cui sono destinati. Si possono trovare i gamberi indiani (Parapenaeopsis stylifera), provenienti dall’Oceano Indiano, utilizzati per la realizzazione di insalate e preparati per risotti, di medie dimensioni, solitamente sgusciati e gustosi.

A questi si aggiungono i gamberetti boreali (comunemente chiamati gamberi gobetti) (Pandalus borealis) per la realizzazione di fritti, solitamente utilizzati con il loro carapace per racchiudere all’interno tutte le caratteristiche e il gusto del gamberetto. Vive nell’Oceano Atlantico e nei mari della Groenlandia.

E infine le mazzancolle tropicali (Peneus vannamei) per realizzare pregiati antipasti e insalate di mare, ma anche fritti di pesce. Di dimensioni più grandi rispetto ai gamberi, ha un gusto molto delicato e raffinato. Vive nei fondali fangosi. E’ comunemente allevata in Indonesia e in Tailandia.
gamberi

Ingredienti: per 4 persone

500 g di gamberi rossi freschi
1 bicchiere di olio extravergine d’oliva
2 spicchi d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 bicchiere i vino bianco
sale

Leggi anche:  Salmone in crosta.

Preparazione: 30’

  • In una teglia grande preparate un soffritto con l’olio extravergine d’oliva, i 2 spicchi d’aglio e il prezzemolo tritato finemente.
  • Fate cuocere a fuoco moderato finché l’olio non è abbastanza e l’aglio appena dorato, quindi tuffatevi i gamberi freschi.
  • Fate prendere per pochi minuti, dopodiché irrorate i crostacei con il vino bianco e coprite la teglia con un coperchio.
  • Fate restringere appena il sugo di cottura e finite di cuocere.
  • Lasciate stiepidire e portate in tavola su un piatto di pesce guarnito con ciuffetti di prezzemolo e fettine di limone.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

 

Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

Leggi anche:  Carpaccio di tonno allo zafferano.
 
Precedente Bignole alla fonduta, piatto a base di formaggio fuso. Successivo Farfalle con radicchio, speck e nocciole.

Lascia un commento

*