Fonduta valdostana, prelibatezza senza tempo.

fonduta_valdostana

Come piatto è una di quelle prelibatezze senza tempo che merita di essere assaporata almeno una volta nella vita, una di quelle perle della cucina regionale italiana che rifulge di una sua luce propria.

Inutile dire quindi che la Fontina deve rigorosamente essere Fontina della Val d’Aosta, e che il tartufo deve essere di qualità e del tipo “bianco” (assolutamente non nero).

Ingredienti: per 4 persone

400 gr. di Fontina Valdostana
100 gr. di burro fresco
quattro tuorli d’uovo
mezzo bicchiere di latte
pepe nero appena macinato
alcune fette di pane bianco
tartufo bianco

Preparazione: 25’

  • Tagliate della fontina a pezzetti e mettetela in un recipiente di terracotta, ricopritela con del latte e lasciatela macerare per un giorno; la fontina al momento di essere usata dovrà essere quasi del tutto sciolta.
  • Ponete il recipiente di terracotta in un bagnomaria pieno d’acqua fredda, e a fiamma bassa portate l’acqua ad ebollizione.
  • Mescolando con un cucchiaio di legno, fate fondere il formaggio fino ad ottenere una crema densa e omogenea.
  • Unite soltanto allora dei tuorli d’uovo mescolando vigorosamente.
  • Quando noterete che il composto avrà raggiunto una consistenza cremosa e filante, senza mai giungere a bollore come già accennato, potete spegnere e servire in terrine di terracotta con fette di pane bianco ben tostate immerse per metà nella fonduta e appoggiate con cura sui bordi della terrina.
  • Quindi spolverate il tutto con una macinata di pepe nero e con alcune scaglie di tartufo bianco piemontese.
Leggi anche:  Il Sashimi una vera delicatezza della cucina giapponese.

Come vino rosso da abbinare alla fonduta consiglierei un valdostano DOC come il Gamay, vino leggermente fruttato con retrogusto asprigno e intenso, magnifico e dal gusto sufficientemente persistente da risvegliare nel palato tutte le sensazioni appena vissute con il sapore vertiginoso della “fondue valdotaine”.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

Leggi anche:  Sfogliata con mozzarella e prosciutto.
 
Precedente Bocconcini appetitosi con gorgonzola e pinoli. Successivo Agnolotti alla Cavour.

Lascia un commento

*