Cappelletti vegetariani in brodo.

I cappelletti sono un formato di pasta ripiena che si ottiene tagliando la sfoglia di pasta all’uovo in quadrati o cerchi, al centro dei quali viene posto il ripieno; la pasta viene poi piegata prima in due a triangolo, e poi unendo le estremità intorno a un dito della mano. I cappelletti vengono poi cotti in brodo di carne, preferibilmente di pollo.

« L’avidità di tale minestra è così generale che da tutti, e massime dai preti, si fanno delle scommesse di chi ne mangia una maggior quantità, e si arriva da alcuni fino al numero di 400 o 500 »
(così scriveva nel 1811 il prefetto di Forlì)

cappelletti vegetariani

Ingredienti:

Per la pasta:
farina bianca g 100
un uovo
sale

Per il ripieno:
una patata
una zucchina
broccoletti lessati g 40
par­migiano grattugiato g 20
cipolla g 15
sedano g 15
una carota
noce moscata
olio d’oliva
sale
pepe

Per servire i cappelletti:
brodo magro di carne circa litri 1,5

Preparazione: 75′

  • Per la pasta:
  • Versate la farina sulla spianatoia facendo la fontana.
  • Al centro mettete l’uovo e un pizzico di sale.
  • Impastate, lavorando a lungo fino ad ottenere un impasto sodo, ma elastico; ponetelo a riposare, avvolto nella pellicola trasparente, in frigorifero per circa 30′.
  • Per il ripieno:
  • Sbollentate la zucchina e la patata.
  • Con il sedano, la carota e la cipolla preparate un trito che farete appassire in 2 cucchiaiate d’olio.
  • Unite le verdure sbollentate, a tocchettì, e i broccoletti a cimette.
  • Fate saltare il tutto a fuoco vivo per pochi minuti; salate, pepate e passa­te al tritatutto.
  • Raccogliete il ricava­to in una ciotola e insaporitelo con il parmigiano grattugiato e con una grattatina di noce moscata.
  • Tirate la pasta in sfoglie sottili; ritagliatele quindi a quadratini di cm 2 di lato; al centro di ognuno mettete una piccola porzione di verdure, dopo di che piegate la pasta a triangolo e chiudetelo avvolgendolo attorno al dito indice.
  • Fateli lessare al dente nel brodo bollente nel quale li servirete immediatamente.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

 
Precedente La Cucina di Susana di Giallo Zafferano: Le 10 ricette più popolari del mese di Gennaio 2016. Successivo Cotechino e lenticchie nel pane.

Lascia un commento