Caponata siciliana, piatto universalmente noto esclusivo della tradizione gastronomica siciliana.

caponata-siciliana

Quando si parla di caponata bisogna specificare se ’siciliana’ o ‘napoletana‘, perché si tratta di due piatti completamente diversi.

L’ingrediente fondamentale della caponata siciliana sono le melanzane. Qui troverete tanti consigli su come sceglierle. La caponata di solito si gusta fredda, a temperatura ambiente, cosparsa di basilico spezzettato.

Conservata in frigo, in un contenitore a chiusura ermetica, si conserva bene per due giorni, guadagnando addirittura in sapore. Va comunque tolta dal frigorifero almeno un’ora prima di servirla.

La ricetta, partita da una base semplice, a seconda della disponibilità degli ingredienti e laf antasia di chi cucinava, si è arricchita di sapori supplementari. E’ un piatto tipico, dove la tradizione spagnola sembra fondersi con il gusto siciliano per la sontuosità.

Oggi la caponata è fatta con le verdure, ma all’origine era un cibo marinaresco. La sua ricetta creata nelle Cauponae dei porti, antico termine con il quale si identificavano le taverne, prevedeva l’uso del pesce.

Ingredienti: per 4-6 persone

2 grosse melanzane
1 peperone rosso
1 peperone giallo
500 gr. di pelati
1/2 cipolla
1 spicchio d’aglio
3 coste di sedano
1/2 tazzina d’aceto
3 cucchiaini di zucchero
olive nere e olive verdi
basilico
capperi
pinoli
olio extravergine
sale

Preparazione: 60′

  • Tagliate delle melanzane a dadi senza eliminare la buccia e lasciatele in acqua salata per un pò.
  • Scolatele, asciugatele e friggetele in un tegame con abbondante olio tanto da coprirle.   
  • Nel frattempo: sbollire del sedano a pezzetti in acqua salata, mettere in acqua calda delle olive snocciolate e preparare una salsa di pomodori maturi con cipolle piccole e basilico.   
  • Passare in un tegame con un po’ d’olio il sedano, le olive ben sgocciolate, una manciata di capperi e amalgamare il tutto.  
  • Unitevi la salsa e condite con aceto e zucchero.   
  • Versate nel tegame anche le melanzane e lasciatele insaporire nel sugo per qualche minuto a fuoco bassissimo.   
  • Servite la caponata fredda.

Vino consigliato: Verde Caruptae Moncaro, vino bianco marchigiano

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

 
Precedente Fusilli con pinoli e spinacini. Successivo Tonno con pomodori.

Lascia un commento