Caponata profumata alla menta tipico piatto della cucina baronale siciliana.

Caponata profumata alla menta tipico piatto della cucina baronale siciliana

Il nome di questo piatto povero deriva dal fatto che, in origine, nella ricca cucina baronale siciliana, la ricetta prevedeva, come ingrediente principale, il pesce capone o gallinella di mare.

Le ricette della cucina siciliana sono una sapiente unione di ingredienti e gusti, piatti saporiti e prelibati, ingredienti semplici e ricchi.
caponata_profumata_alla_menta

Ingredienti: per 4 persone

Ingredienti
2 melanzane
2 cipolle medie
4 pomodori
una costola di sedano
il succo di 2 limoni
2 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di capperi sotto sale
mezzo bicchiere di aceto
8 cucchiai di olio extravergine d’oliva
2 rametti di menta
pepe

Preparazione: 60’

  • Tagliate le melanzane a cu­betti e immergetele in una terrina con acqua fredda, acidulata con il succo di limone.
  • Sbucciate e tagliate a spicchi le cipolle.
  • Lavate il sedano, elimi­nate le foglie e i filamenti e poi tagliatelo a rondelle sottili.
  • Fate scaldare 4 cucchiai di olio in una padella e soffrig­gete i cubetti di melanzana, che avrete prima scolato e tam­ponato con carta da cucina.
  • In un’altra padella, scaldate l’olio rimasto e doratevi gli spicchi di cipolla e le rondelle di sedano.
  • Mettete nella padella delle 3 melanzane tutti gli ingre­dienti preparati, aggiungete i pomodori, privati dei semi e tagliati a dadini, i capperi dissalati sotto l’acqua corrente e fate cuocere per 15 minuti, coperto.
  • Unite lo zucchero e l’a­ceto e fatelo evaporare a fiam­ma viva, continuando a mesco­lare.
  • Aggiungete la menta, la­vata e tritata, spegnete, fate raffreddare e servite.
Leggi anche:  U cudduruni di spinaci o di brocculi.

Quanto nutre una porzione: 540 calorie.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

 
Precedente Pàté di maialino da latte in rotolo di frittata con insalata di porcini. Successivo Spaghetti con i moscardini.

Lascia un commento

*