Paste di mandorla

Paste di mandorla  o biscotti di pasta reale sono dei dolcetti deliziosi tipici della pasticceria siciliana e palermitana anche se utilizzata spesso anche in altre regioni del sud Italia. Le origini della pasta reale però risalgono al 1100 circa nel convento Monastero della Martorana a Palermo, dove le monache per la prima volta prepararono “la frutta martorana” e data la bontà del dolce che era “degna di un re” gli fu attibuito il nome pasta reale.

PASTE DI MANDORLE

paste di mandorle ricetta siciliana | la cucina di rosalba

PASTE DI MANDORLA

Ingredienti

  • 150 gr farina di mandorle
  • 100 gr zucchero semolato
  • 1 albume
  • 3 gocce di essenza di mandorla
  • zucchero a velo q.b.
  • 12 mandorle

Versare la farina di mandorla in una ciotola capiente, aggiungere lo zucchero semolato e mescolare con una forchetta, inserire l’albume e le gocce di mandorla e iniziare ad amalgamare gli ingredienti, il composto avrà la consistenza appiccicosa ma non aggiungere altra farina. Formare 12 palline dal diametro di 3 cm, passarle nello zucchero a velo eliminando quello in eccesso e posizionarle in una teglia rivestita di carta forno. Al centro di ogni pallina mettere una mandorla pressando leggermente.

Cuocere in forno preriscaldato a 160° per 12 minuti. Sfornare e appena freddi sono pronti da servire!

se vuoi seguirmi su facebook clicca qui

 

4 commenti su “Paste di mandorla

  1. stefano il said:

    Ho fatto le paste di mandorla ma dopo 5 minuti che erano in forno si sono sciolte e sono diventate delle frittelle sottili sottili. Come mai ho seguito la tua ricetta. Grazie

    • lacucinadirosalba il said:

      Mi sorprende, la ricetta è più che collaudata e non solo da me, già altri l’hanno riprodotta con buoni risultati. Non capisco dove può essere stato l’errore, sei sicuro che le dosi erano esatte? Sinceramente non saprei 🙁

    • lacucinadirosalba il said:

      Ciao Marghy le paste non sono verdi, è un problema della foto. Li puoi fare tranquillamente vedrai risulteranno perfetti 😉

Lascia un commento

*