Cena autunnale

| Primi piatti, Secondi piatti, Senza categoria

Ieri sera cena con una coppia amici, il menù assolutamente autunnale.

Per cominciare un antipastino a base di salame di Norcia, olive in salamoia piccanti, fatte in casa con la produzione del giardino e verdure grigliate sott’olio anche queste dell’orto, però di mamma e papà.

Il primo era una lasagna a base di zucca e funghi, da leccarsi i baffi e per secondo un arrosto al limone, con carne bio (un bio verissimo) e limoni anche questi del giardino come le olive, di contorno pisellini primavera.

Non potevano poi mancare le castagne, subito avevo pensato di fare il Mont Blanc, ma visto che già il menù era bello pieno (e i nostri amici hanno portato un dolce davvero buono) ho preferito fare le caldarroste, fatte al forno elettrico di casa, perchè ieri sera faceva troppo caldo per accendere il caminetto. Per fare le caldarroste ho usato una padella comprata al supermercato pochi giorni fa, tutta bucherellata, vi assicuro che il risultato è stato ottimo, quasi paragonabile a quelle classiche nel caminetto.

Allora iniziamo con la ricetta delle lasagne alla zucca e funghi.

Ingredienti (x 4 persone):

500 gr di zucca

1 pacco di lasagne ( io e Laura usiamo le Rana, sfogliavelo)

200 gr di funghi freschi misti

100 gr di taleggio

un litro di besciamella

parmigiano reggiano

olio, sale, pepe e noce moscata

lasagne zucca e funghi

Tagliate la zucca a dadini e fatela cuocere al vapore, nel frattempo in padella fate andare i funghi a pezzetti con olio e sale.

Quando la zucca sarà cotta mettetela nel mixer con 4 cucchiai di parmigiano, sale e noce moscata.

Ora componete la lasagna, io per fare le cose più veloce unisco il frullato di zucca, i funghi e la besciamella (preparata precedentemente).

Per iniziare metto uno strato di preparato sul fondo della pirofila, per evitare di imburrarla, uno strato di lasagne, uno strato di preparato, una spolverata di parmigiano e qualche fiocchetto di taleggio e così via fino ad esaurire sia il preparato a base di zucca che le lasagne e il taleggio.

Io preferisco finire sempre con uno strato abbondante di crema alla zucca e funghi e un’abbondante spolverata di parmigiano.

Ora mettete la lasagna così preparata in forno già caldo a 180° per 20 minuti.

Passiamo all’arrosto al limone.

Questo arrosto me lo ha insegnato la mia mamma, è una ricetta che è in famiglia da generazioni e poi è veramente veloce e facile.

Prendete un bel pezzo di carne di vitello (fesa, girello, ecc.), ieri ho usato un arrosto di circa 600gr, in una casseruola mettete un pezzo di burro, per questa quantità di carne circa 100gr, e il succo di due limoni. Mettete la carne, salate e pepate. Fate cuocere per circa un’ora e un quarto girando l’arrosto ogni tanto.

Quasi dimenticavo di dirvi la cosa più importante, non mettete sulla casseruola il solito coperchio, bensi una fondina piena d’acqua che se durante la cottura evapora andrete ad aggiungere, sinceramente non so bene il perchè ma è fondamentale per la riuscita del piatto :-)

arrosto al limone

 

Provate questo menù e poi diteci che cosa ne pensate e se vi è piaciuto!!!

Comments Off

Supplì

| Antipasti

“Supplì are Italian snacks consisting of a ball of rice (generally risotto),typical of the Roman Cuisine.” Perfetta definizione data da Wikipedia.

Quando si viene a Roma non si può non assaggiare queste bombe di riso, con all’interno la mozzarella filante, veramente buonissime e poi si trovano in ogni angolo della città, nei ristoranti molte volte sono servite come antipasto accompagnate da fiori di zucca fritti, filetto di baccalà fritto e bruschette.

Noi a casa facciamo i supplì quando avanza supplìil risotto, si fanno delle palle grosse come un uovo con al centro un pezzetto di mozzarella, poi le passiamo in una bacinella con acqua fredda, c’è chi invece le passa nel latte o nell’uovo sbattuto e nella farina, insomma ognuno ha la sua interpretazione.

Si impanano nel pan grattato e ovviamente si friggono in olio caldo in una padella dai bordi alti con tanto olio. Lasciateli sgocciolare su della carta assorbente e serviteli ben caldi.

 

Comments Off

Bomboloni

| Dolci

bomboloni
Ieri abbiamo fatto questi bomboloni alla crema, vedendoli al bar o in pasticceria ho sempre pensato fossero complicati da fare e invece devo ricredermi, l’impasto è veloce, la lievitazione un pò meno ma il risultato è davvero incredibile.
La ricetta iniziale comprende anche 80 gr di burro, io ho preferito non metterlo e il risultato è venuto comunque ottimo.
Mi raccomando dopo averli fritti, asciugateli bene e poi passateli nello zucchero semolato.
Dosi per circa 20 bomboloni:
250 g di farina manitoba
250 g di farina 00
150 g di zucchero semolato
125 g di latte
125 g di acqua
25 g di lievito fresco
Scorza di 1 limone
Un pizzico di sale
Sciogliere il lievito nel latte tiepido. Mischiare le farine con il sale, aggiungere 2/3 dello zucchero e la scorza grattugiata del limone. Impastare bene e lasciare lievitare in un contenitore ermetico in luogo caldo per due ore.
Stendere la pasta a circa un centimetro di spessore e fare dei dischi di circa 6 cm, mettere i dischi ottenuti su una teglia con carta forno e lasciare lievita per un’ora nel forno spento ma con la luce accesa.bomboloni lievitazione
Friggere in olio ben caldo finchè non risulteranno dorati.bomboloni olio
Scolarli su carta assorbente e rotolarli nello zucchero semolato, farcirli se si desidera con crema pasticcera, facendo un buchino laterale e aiutandosi con la sac a pochè (dosi crema pasticcera nella ricetta dei cuori di sfoglia) e servirli tiepidi.
   bomboloni crema
Comments Off

La focaccia genovese

| impasti

focaccia forno a legnaLa focaccia genovese è materia mia, come si può non adorarla?

Io seguo la ricetta del blog Viva la focaccia, un blog meraviglioso per chi ama il pane, la pizza e gli impasti, vera fonte di ispirazione, andate a farci un giro e non ve ne pentirete!

http://vivalafocaccia.com/2009/09/21/video-ricetta-focaccia-genovese-ingredienti/

(Per visualizzare il link evidenziatelo, tasto destro, apri link)

Queste due focacce sono fatte, la prima con cottura nel forno a legna, la seconda nel forno elettrico di casa, buone tutte e due ma quella nel forno a legna non ha paragoni. Detto ciò andate a visitare la pagina facebook Il forno a legna, troverete delle interessanti ricettine tratte dal libro “Il forno a legna di M.Balleari e G.Traverso, ed.San Giorgio”.

Non vi scrivo la ricetta perchè come vi ho detto non è farina del mio sacco, ma è presa da Viva la focaccia, che assolutamente merita una visita.

Focaccia genovese 2

 

 

 

Comments Off

Biscotti di Halloween

| Dolci

Halloween è passato ma questi “biscottini mostruosi” si possono rifafoto 2re in altre occasioni!

Noi li abbiamo fatti per i bimbi che la sera di Halloween sono venuti a fare Dolcetto o scherzetto.

250 gr di farina

100 gr di zucchero

150 gr di burro

1 tuorlo

1 uovo intero

10 gr di miele

20 gr di cacao amaro

un pizzico di sale

Con la dose doppia vengono circa 70 biscotti!

 

Comments Off

Festa di Irene

| Le nostre feste

1476257_446334535468484_1332619696_n 1512477_446334528801818_1897058836_n 1522151_446334542135150_1327047607_n foto (1) 1004893_446335335468404_1458831632_nFesta di compleanno per una bimba, la torta è un pan di spagna con crema pasticcera e gocce di cioccolato.

 

Comments Off

Cuori di sfoglia e crema pasticcera

| Dolci

Avete voglia di fare un dolce veloce ma che sopratutto sia gustoso?

Vi propongo questi cuori di pasta sfoglia ripieni di crema pasticcera, iniziamo proprio da questa:

4 tuoli d’uovo

2 cucchiai di zucchero per tuorlo d’uovo ( 4×2=8 cucchiai)

1 cucchiaio di farina per tuorlo d’uovo (4 cucchiai)

Scorza di un limone

1/2 litro di latte intero

In una pentola, che poi metterete sul fuoco, sbattete i tuorli con lo zucchero, la scorza di limone, la farina e il latte, attenzione ai grumi!

Fatto ciò, ponete la pentola sul fuoco a fiamma bassa e rimescolate finchè non si addensa la crema, una volta pronta, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

I cuori di sfoglia:

1 rotolo di pasta sfoglia ( chi preferisce può anche farla in casa, ma abbiamo premesso che era una ricetta veloce :-) ).

Stendete la pasta e ricavate con la formina per biscotti dei cuori.

Poneteli sulla teglia con la carta forno, spolverateli di zucchero semolato e metteteli a cuocere, attenti a non bucarli con la forchetta, se no non gonfiano!

Quando sono cotti e ormai raffreddati tagliateli a metà e farcitelicuori sfoglia di crema pasticcera.

Se lo gradite potete, una volta sistemati nel piatto, spolverarli con lo zucchero a velo.

 

 

Comments Off

Pan di spagna

| Dolci

Il Re delle torte di compleanno, il Pan di Spagna,io uso questa ricetta, provate anche voi.

150 gr di farina

100 gr di fecola di patate

200 gr di zucchero

1 pizzico di sale

1 bustina di lievito

5 uova

Scorza di un limone

In una ciotola, montate lo zucchero con i 5 tuorli d’uovo e il pizzico di sale, a parte invece vanno montate le 5 chiare a neve ben ferma.

Adesso nel composto di tuoli e zucchero mettete un cucchiaio di farina + fecola (dove precedentemente avrete già setacciato il lievito) e un cucchiaio di chiare a neve, procedete in questo modo fino ad aver bene ammalgamato gli ingredienti, stando attenti però a non smontare le chiare.

Imburrate ed infarinate una tortiera (noi con questa dose usiamo 26 cm di diametro), versatevi l’impasto ed infornate in forno già caldo a 180° per 40 minuti.

Io uso il forno con la combinazione statico + ventilato, ma fate voi, siamo dell’idea che ogniuno conosca il proprio forno e quindi saprà sicuramente regolarsi.

Comments Off

Pasta brisée

| impasti

La pasta brisée è un impasto di origine francese, eccovi la ricetta, secondo me molto buona e veloce, potete usarla per ricette salate o dolci.

500 gr di farina

250 gr di burro

1/2 cucchiaio di sale

1/2 cucchiaio di zucchero

85 gr d’acqua fredda

Nella planetaria ( o anche per chi impasta a mano) mettete la farina, il sale, lo zucchero e il burro freddo a dadini, iniziate ad impastare, quando il burro e la farina inizieranno ad ammalgamarsi, aggiungete l’ acqua fredda a filo fino ad ottenere un impasto liscio che lascierete poi a riposare un paio d’ore in frigorifero.

Comments Off

1 2 3 4