Archive of ‘impasti’ category

Lievito madre, come rinfrescarlo

| impasti

Buongiorno a tutti,

lo so è tantissimo che non scrivo un articolo ma ho avuto da fare con l’università, adesso finalmente posso scrivere qualcosa di nuovo.

La mia amica Laura, circa una mese fa, mi ha dato un pezzetto di lievito madre e da quel momento vai con la panificazione!!!

Ho già fatto un pò di tutto, dal pane, la focaccia, le frittelle e i panzerotti…in quest’articolo vi farò vedere un pò di foto.

Sicuramente usare il lievito madre non è così semplice come mettere un cubetto di lievito di birra, però i risultati sono veramente ottimi e sani.

Il lievito madre può essere fatto in casa, ma la cosa migliore è trovare qualche amica che ne ha da regalare, si perchè, dovete sapere che una volta iniziata “l’avventura” sarete sempre alla ricerca di persone a cui dare un pò del vostro lievito, o siete dei grandi mangiatori di pane e pizza oppure sarete costretti a buttarne una parte.

Il lievito madre cresce nel vostro frigo e per questo va alimentato, se tenuto in frigorifero in un contenitore di vetro, basta anche una volta alla settimana (io ogni 5 giorni).

Per rinfrescare il lievito questa è la procedura che seguo (ma su internet ci sono molti articoli che ne parlano):

Tirate fuori dal frigorifero il lievito almeno mezz’ora prima del rinfresco, poi pesatelo, per esempio io tengo sempre 4oo gr di lievito nel mio contenitore, dovete considerare per il rinfresco di calcolare 400 gr di farina, meglio se manitoba, con 200 gr di acqua fredda.

Mettete il vostro lievito pesato in un contenitore o nella planetaria, aggiungete l’acqua fredda (nel mio caso 200 gr) e fate sciogliere bene, poi aggiungete la farina (io 400 gr quanto il peso del mio lievito di partenza), impastate bene, formate una palla di pasta molto elastica.

Della pasta ottenuta una metà andrà rimessa in frigorifero, il vostro lievito madre di base per capirci, la restante andrà usata per i vostri impasti.

Considerate che se per i vostri impasti usate 200gr di pasta madre, questa andrà rinfrescata ulteriormente, con lo stesso procedimento descritto prima, a distanza di 4 ore, e poi potrà servire per la panificazione di pane, pizza,ecc. Si considera la proporzione di 30% di pasta madre su 1 kg di farina. Quando faccio gli impasti io uso spesso consultare il blog: http://vivalafocaccia.com/tutto-sul-lievito-naturale-ricetta-casa/

 

17642_647446888690580_3454130645709565799_n 10433144_642677382500864_2226226437741409228_n 11112465_642677355834200_2629539356279193953_n 11150595_639356556166280_7412744206787955124_n

 

 

Comments Off

La focaccia genovese

| impasti

focaccia forno a legnaLa focaccia genovese è materia mia, come si può non adorarla?

Io seguo la ricetta del blog Viva la focaccia, un blog meraviglioso per chi ama il pane, la pizza e gli impasti, vera fonte di ispirazione, andate a farci un giro e non ve ne pentirete!

http://vivalafocaccia.com/2009/09/21/video-ricetta-focaccia-genovese-ingredienti/

(Per visualizzare il link evidenziatelo, tasto destro, apri link)

Queste due focacce sono fatte, la prima con cottura nel forno a legna, la seconda nel forno elettrico di casa, buone tutte e due ma quella nel forno a legna non ha paragoni. Detto ciò andate a visitare la pagina facebook Il forno a legna, troverete delle interessanti ricettine tratte dal libro “Il forno a legna di M.Balleari e G.Traverso, ed.San Giorgio”.

Non vi scrivo la ricetta perchè come vi ho detto non è farina del mio sacco, ma è presa da Viva la focaccia, che assolutamente merita una visita.

Focaccia genovese 2

 

 

 

Comments Off

Pasta brisée

| impasti

La pasta brisée è un impasto di origine francese, eccovi la ricetta, secondo me molto buona e veloce, potete usarla per ricette salate o dolci.

500 gr di farina

250 gr di burro

1/2 cucchiaio di sale

1/2 cucchiaio di zucchero

85 gr d’acqua fredda

Nella planetaria ( o anche per chi impasta a mano) mettete la farina, il sale, lo zucchero e il burro freddo a dadini, iniziate ad impastare, quando il burro e la farina inizieranno ad ammalgamarsi, aggiungete l’ acqua fredda a filo fino ad ottenere un impasto liscio che lascierete poi a riposare un paio d’ore in frigorifero.

Comments Off