Spaghetti all’astice low cost con patate croccanti

pasta astice

Si sa che per fare un’eccellente pasta all’astice serve un’eccellente materia prima, quindi un astice vivo e vegeto di un certo peso e pronto al sacrificio, e un portafoglio gonfio da spolpare. Ora, siccome non sempre è possibile spendere tanto, vi suggeriamo una soluzione low cost : comprate l’astice surgelato da 500 gr (intero) all’Eurospin! Spesa: poco più di cinque euro e ci mangiate in due direi discretamente!

Ingredienti:
(per due persone)

1 astice surgelato
200 gr di spaghetti
una quindicina di pomodorini (noi abbiamo quelli surgelati del nostro orto)

concentrato di pomodoro
2 patate piccole
Olive (meglio se taggiasche)
1 acciuga sott’olio
olio evo
2 spicchi di aglio
mezzo peperoncino secco
prezzemolo tritato

Vino Consigliato: Riesling Manzoni di Zanotelli

Procedimento:

Fate scongelare per tempo l’astice, tagliatelo in due, rompete le chele, prelevate la polpa e mettetela da parte.
Lavate e lessate le patate.
Tagliatele a tocchetti molto piccoli e fatele saltare in padella con un pò d’olio a fuoco vivo finchè non diventeranno belle croccanti. Mettetele da parte.
Prendete qualche oliva e tagliatele a rondelle.
Preparate un soffritto con olio evo, un’acciuga, la testa dell’astice (l’interno) uno spicchio d’aglio schiacciato, un pezzetto di peperoncino e buttateci i pomodorini tagliati a metà. Cuocete coperto per una decina di minuti assieme al concentrato di pomodoro sciolto in un pò di acqua calda.
A fine cottura, aggiungete la polpa dell’astice tagliata a pezzi, le olive e sfumate con un pò di vino bianco.
Scolate la pasta al dente e finite la cottura nel sugo.
All’ultimo unite le patate croccanti, mescolate velocemente e impiattate.
Servite con una spolverata di prezzemolo fresco e un goccio di buon olio evo.

Un pensiero su “Spaghetti all’astice low cost con patate croccanti

  1. Non sono contro il pesce surgelato, perché anch’io devo utilizzarlo spesso per un fattore di pratica, però una volta provato quello fresco, non si torna più indietro :)
    Complimenti per la ricetta comunque, è ingegnosa, e poi è vero: la maggioranza delle persone non sa distinguere il pesce fresco da quello surgelato :)

I commenti sono chiusi.