Crema al burro

crema al burro
crema al burro

E’ una preparazione di base della pasticceria americana, meglio conosciuta come “buttercream”. Adatta soprattutto per rivestire torte e cupcake, può essere utilizzata anche come farcitura. In molti casi è utilizzata nelle torte in pasta di zucchero, poiché è ottima come isolante tra la sfoglia di pasta di zucchero e la base della torta.

Potete colorare la crema al burro unendo alla fine assieme all’aroma scelto del colorante alimentare in pasta o liquido. Potrete utilizzare aromi sottoforma di liquidi utilizzandoli al posto del latte (liquori, sciroppi, caffè, cioccolato fuso, ma anche passata di frutta), se invece vorrete aromatizzare con qualcosa di cremoso come la crema di nocciole, non dovrete fare altro che aggiungerne un cucchiaino alla crema.

La ricetta che vi scrivo di seguito è facilissima da realizzare, l’unica accortezza da utilizzare per la sua perfetta riuscita è l’utilizzo di burro fresco e di ottima qualità.

E’ una ricetta classica, di quelle da tenere sempre sotto mano!

Ingredienti crema al burro
  • 250 gr di burro molto morbido, toglietelo per tempo dal frigorifero e lasciate riscaldare a temperatura ambiente
  • 5 rossi d’uovo
  • 180 gr di zucchero
  • 60 ml di latte
  • 1 bacca di vaniglia

PROCEDIMENTO crema al burro

  1. In una ciotola, lavorare a crema il burro leggermente ammorbidito e l’estratto di vaniglia. Incorporare anche lo zucchero a velo, un quarto alla volta, continuando a mescolare molto bene dopo ciascuna aggiunta; quando si avrà difficoltà nell’amalgamarlo aggiungere il latte (solo quello che serve a rendere il composto spalmabile), continuare sino a che tutto lo zucchero non sarà stato incorporato nel composto e finché si formerà una crema soffice e spumosa.
  2. Unite i tuorli, uno alla volta, e amalgamate accuratamente.
  3. Tenere la crema coperta fino al momento di decorare la vostra torta, pasticcini o cupcake.

Come conservarla

Non c’è conservazione migliore per la crema al burro del frigorifero. Se chiusa in un contenitore ermetico, la crema arriva a conservarsi fino a due settimane. È ideale lavorare questa crema appena pronta, dopo 10 minuti di riposo in frigorifero, con una spatola o con il sac à poche, in quanto questa tende a rapprendersi sia a temperatura ambiente che, a maggior ragione, in frigorifero.

 

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sui social.  

Grazie per aver letto questa ricetta!

Se volete seguirmi su Facebook cliccate  qui…

Precedente La Frutta Martorana Successivo Ghiaccia reale

Lascia un commento

*