Pollo con l’uva, un secondo piatto al sapore di frutta

Terzo giorno della settimana, terza ricetta con uva, questa volta con la regina il “personaggio non protagonista”  è il pollo 😛 …..e si : Pollo con l’uva.

 

pollo con l'uva

INGREDIENTI

  • 800 gr di cosce di pollo
  • 1 grappolo medio di uva bianca, senza semi e ben matura
  • 200 gr di pancetta affumicata
  • Vino Bianco Q.B.
  • Olio Di Oliva Q.B.
  • Una Noce Di Burro
  • Pepe In Grani Q.B.
  • Bacche Di Ginepro Q.B.
  • Sale Q.B.

 

PROCEDIMENTO

Lavate il pollo e asciugatelo per bene, io ha l’abitudine di sciacquarlo sotto l’acqua corrente e poi giusto qualche minuto in una miscela di acqua e aceto in rapporto 1 a 10.

Strofinate con pepe nero in grani e bacche di ginepro, queste ultime schiacciate prima dell’utilizzo in modo tale che possano rilasciare il loro caratteristico aroma.

Ora mettetelo a marinare con vino bianco, un poco di olio e sale per una mezz’ora, avendo cura ogni tanto di girare i pezzi nella marinatura.

Trascorso questo tempo, mettete il burro e l’olio di oliva in un tegame, e fatevi cuocere i pezzi di pollo per circa 15 minuti con coperchio.

Dopodiché alzate la fiamma e fatelo rosolare, durante questa fase date alle cosce dei tagli con un coltello, la carne si cuocerà meglio e sarà più saporita, aggiungete la pancetta precedentemente tagliata a listarelle.

Unite infine i chicchi di uva bianca  precedentemente lavati, e quando si saranno ammorbiditi schiacciateli leggermente con i rebbi di una forchetta in modo da far disperdere meglio il  succo.

Finite di cuocere e  servitelo  caldo, accompagnato con delle patate al forno come ho fatto io per avere un piatto unico, ma anche con degli scalogni caramellati o verdure lesse.

pollo con l'uva

NOTE

Preparato con la melagrana diventa un secondo piatto perfetto per il  menù di capodanno.

 La melagrana è infatti simbolo di ricchezza, e  con l’uva non mancano mai sulle nostre tavole l’ultimo giorno dell’anno.

 I pezzi di pollo, vengono brasati con succo di melagrana e di limone, per poi essere associati all’uva, conferendo al piatto un delizioso gusto dolce ed aspro.

CURIOSITA’

A proposito di melagrana,

Sapevate che nell’azienda agricola Racemus è in corso una sfida proprio su questo succosissimo pomo (Melagrana Wonderful) e che  quest’anno dovrebbe raccogliere il primo frutto?

Dico “dovrebbe” perché sappiamo tutti benissimo quanto il lavoro dell’agricoltore sia sottoposto a notevoli rischi soprattutto di natura climatica.

Ma io sono certa che sarà una sfida già vinta  perché un’azienda come quella di Teresa che crede nella diversificazione del prodotto ed investe in tal senso non può che essere premiata. 🙂

Qui potrete “capire” a cosa mi riferisco quando parlo e racconto di una azienda del mio paese e di cui  vado estremamente  fiera.

 

Seguiteci sui social network:

Pagina facebook

 Gruppo Facebook 

Pinterest

Instagram

 

Precedente Dadolata di tacchino con uva e pinoli Successivo Risotto salsiccia e uva, ed il pranzo è servito