PASTA DI GRANO SARACENO RIPIENA

image

l’altro ieri mia madre: facciamo i pizzoccheri?

io: ok…ci mancavano all’appello questo inverno 😉

ieri mia madre: ho deciso cambio la ricetta …la faccio ripiena!!

io: ok….ci mancava che non le cambiava anche ai quei poveri pizzoccheri la ricetta!! Noooooooo

Be che dire…ha ancora molti colpi in canna da sparare la mia mamma 🙂

un piatto da delirio……

INGREDIENTI per pasta

200 di farina di grano tenero tipo 00 consigliata per pasta fatta in casa
100 di farina di grano saraceno
3 uova
1 cucchiaio di aceto
1 cucchiaio di olio

INGREDIENTI per il ripieno

400 gr di patate lesse da pesare cotte
200 di verza lessa e sminuzzata
100 di parmigiano grattugiato
1 uovo
Sale pepe e noce moscata
2 cucchiai di ricotta di vacca

INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO

50 gr di burro
5 foglie di salvia
50 olio EVO
1 cipolla
200 gr di fontina o formaggio di latteria
300 gr di verza

PROCEDIMENTO
Per la pasta: Mischiare direttamente tutti gli ingredienti e impastare fino a quando diventa liscia ed omogenea,aggiungendo dell’acqua se notate che l’impasto è un po’ troppo duro da impastare.
Lasciare riposare per mezz’ora ricoperta da pellicola.
image
Queste sono le farine divise e poi unite 😉

Nel frattempo amalgamate tutti gli ingredienti del ripieno e tenetelo da parte.
image

Riprendete l’impasto dividetelo in 6 parti che stenderete con la macchina stendi pasta dell’Imperia (io ho quella). Stenderla passandola dal numero più grande(anche più volte) fino ad arrivare al penultimo numero.
Stendete la lunga lingua di pasta sulla spianatoia ben infarinata,mentre il resto dell’impasto tenetelo ben coperto,non deve seccarsi.
Intanto avrete messo il ripieno in una sac a poche usa e getta,e con quest’ultima adagiare il ripieno come vedete nella foto.
Si gira l’impasto sul ripieno come a creare un tubo e si spinge con i polpastrelli per sigillarlo.
Poi si pizzica come vedete in foto quasi a voler creare delle caramelle,invece prederete un rotella dentellata e taglierete l’eccesso dell’impasto e dividerete in tanti ravioloni,come quelli in foto.

image

Prepariamo la pentola dove scotteremo la verza e la pasta,che andremo a versare in acqua con 10 minuti di differenza(la verza ci mette più tempo per cuocere) e intanto in un padellino,sciogliete il burro con la salvia, in un altro dorate la cipolla con l’olio,prendete una pirofila da forno.
Quindi una volta sbollentati verza e ravioli in abbondante acqua salata,scolateli con una schiumarola,molto delicatamente,adagiateli nella pirofila e versateci su il burro con la salvia,l’olio con la cipolla e la fontina a dadini.
Gratinare per 10 minuti in forno o fino a quando nn si sarà sciolta la fontina.
Impiantare e servire ancora caldi.
image

Precedente CALAMARI E PATATE Successivo CALZONE DI CARNEVALE