Involtini speck brie e uva

Questa settimana pubblicheremo una sequenza di ricette avente come tema: l’uva.

Cominciando da  involtini speck brie e uva,  per onorare la regina della tavola e colei che muove fortemente l’economia nella nostra amata Puglia.

L’uva il frutto simbolo del passaggio dall’ estate all’ autunno, racchiude nel suo contenuto zuccherino tutto il sole della stagione calda.
Si tratta del frutto della vite costituito da bacche (acini), riunite in grappoli. In base al colore si identificano uve bianche, nere o rosate; secondo l’impiego, si hanno uve da tavola, uve da vino o uve da essiccare (varietà senza semi, dette apirene).
Si consuma come frutto fresco, in macedonia o ridotta in succo; con l’uva fresca molto matura si prepara il vincotto, mosto stracotto fino a diventare dolcissimo, utilizzato per preparare alcuni dolci tradizionali pugliesi.

Ma si fa anche appassire, detta anche uvetta, (la più conosciuta è la sultanina),  viene utilizzata in molte preparazioni dolce, ma anche in piatti salati.

Dopo una brevissima presentazione passiamo alla ricetta del giorno: involtini  speck brie e uva.

involtini speck brie e uva

Gli involtini di speck brie e uva sono un antipasto veloce da preparare, anche qualche ora prima e poi da servire previo passaggio sotto il grill. Un buon alleato durante le cene o i pranzi con tante portate.

Con solo tre semplici ingredienti porterete a tavola un antipasto dal gusto sorprendente.

INGREDIENTI

 

Non vi lascio dosi precise, sappiate solo che dovrete aver cura di dire al salumiere di scegliere uno speck piuttosto venato e fatelo affettare in fette molto sottili.

l’uva che ho utilizzato si chiama Regal ed è un’apirena, se non ne trovate dal fruttivendolo abbiate ovviamente cura di eliminare i semi.

Ovviamente è inutile dirvi che la qualità delle materie prime in questa ricetta è fondamentale, come il giusto punto di maturazione dell’uva. 🙂

 

PROCEDIMENTO

involtini speck brie e uvaProseguite come vedete in foto posizionando un pezzo di brie e dell’uva tagliata a metà.

 

Dopo di ché arrotolate le fette e sistematele in una cocotte o una pirofila, passateli sotto il grill per 5/10 minuti, evitando di far abbrustolire lo speck e far sciogliere il formaggio eccessivamente.

Servite immediatamente.

Il contrasto tra uva e speck, avvolti dal delicatissimo brie vi condurranno  ad un’esperienza sensoriale come non ne avete conosciute mai.

Perché la semplicità di questo piatto ha tutti i suoi perché!! 😉

Un ringraziamento particolare va alla Signora Teresa Diomede e alla sua Azienda Agricola Racemus che ci hanno omaggiato di questa buonissima uva.

involtini speck brie e uva

Seguiteci sui social network: Pagina facebook Gruppo Facebook Pinterest

Su Instagram cerca: Kitchen’s Angels Puglia

Precedente ZUCCHINE RIPIENE LIGHT ? no problem: lesse ma con gusto Successivo Dadolata di tacchino con uva e pinoli