Confettura di peperoni in agrodolce, le conserve!! Quale miglior modo per portare con se il ricordo dell’estate.

 

La confettura di peperoni in agrodolce 😛

Il peperone. Giallo, verde, rosso, fin dai colori è un’esplosione di estate, sole e calore; infatti è un tipico ortaggio estivo, e per quanto ormai sia diffuso negli orti e nelle coltivazioni di tutto il mondo, dalla Cina, all’Italia, al Perù, i piatti e le ricette che lo ricordano di più hanno una chiara impronta meridionale. Dalla peperonata siciliana al gazpacho spagnolo, alle fajitas messicane, il peperone sa di caldo, di vacanze, di sole.[cit]

E proprio perché l’estate è finita noi prepariamo una conserva che ci accompagni tutto l’inverno quando sentiremo nostalgia di sole e di colori.

Confettura di peperoni in agrodolce

La confettura di peperoni in agrodolce è ottima per accompagnare bolliti di carne, un’apoteosi con i formaggi, ma anche spalmata su crostini o per accompagnare le frittelle.

Lo zucchero e l’aceto donano a questo tipo di preparato quella nota agrodolce che ti permette l’abbinamento con svariati tipi di piatti.

Ma passiamo alla ricetta, che tanti aspettavano dopo averla degustata durante le serate organizzate a casa mia 🙂

 

 

INGREDIENTI

1 kg di peperoni rossi

600 gr di zucchero semolato

100/200 di aceto di vino bianco

1 pizzico di sale

Peperoncino q.b.

Zenzero q.b.

PROCEDIMENTO

Lavate i peperoni e asciugateli. Togliete il picciolo, i semi e i filamenti interni bianchi. Tagliateli come vedete in foto.

Confettura di peperoni in agrodolce

In un tegame dal fondo in acciaio spesso versate i peperoni e aggiungete il sale e  lo zucchero, il peperoncino e lo zenzero.

Usate un buon tegame, perché c’è il rischio che possa attaccarsi sul fondo e che tutta la confettura prenda il sapore di bruciato.

Mettete sul fuoco il tegame e una volta raggiunto il bollore abbassate la fiamma.

Fate cuocere per circa 50 minuti con costante attenzione.

A metà cottura aggiungete l’aceto, aggiungetelo gradualmente, prima 100, fate sfumare, assaggiate e se gradite un sapore più intenso aggiungete l’altro.

Prima del termine della cottura con un mixer ad immersione frullate leggermente la polpa, ecco anche questo potete farlo come più vi piace, a me  non piace molto frullata e quindi faccio andare il mixer giusto un paio di volte.

Confettura di peperoni in agrodolce

La cottura si può considerare terminata quando il composto si presenta né liquido né denso, deve comunque conservare una buona quantità di acqua.

Precedentemente avrete sterilizzato i barattoli in vetro, immergendoli  in una pentola colma d’acqua, portata  a bollore per alcuni minuti.

Quando andrete a versare la confettura accertatevi che siano ben asciutti, chiudeteli e capovolgeteli per creare una chiusura sottovuoto e sterilizzare ulteriormente il coperchio.

 

 

 

“Potete preparare questa confettura anche con peperoni gialli e verdi e aggiungendo molti peperoncini se gradite il piccantissimo”  😉

Ed ora ai fornelli, vi garantisco che appena i vostri ospiti l’assaggeranno diventeranno i vostri fans più scatenati. 😀

Gianna

 

Seguiteci sui social network:

Pagina facebook

 Gruppo Facebook 

Pinterest

Instagram

Precedente Pane con la barbabietola Successivo POLLO MARINATO con Slow Cooker