Risotto allo Sclopìt

Buongiorno,oggi vi lascio la ricettina del risotto con un’erbetta particolare che qui in friuli,dove vivo, cresce libera nelle campagne…..lo Sclopìt,conosciuta in italiano come ,Silene,nome attribuito per il suo calice gonfio come il ventre del dio greco Sileno, compagno di Bacco.

E’ molto utilizzata in cucina ma prima della fioritura;si mangia sia cruda che cotta,nei risotti,nelle minestre,nella frittata e anche nelle pizze rustiche.

A me piace tanto con il  risotto :-)

 

 

Ingredienti  (x due persone):

160 gr di riso integrale (facoltativo,va benissimo anche quello normale)

un mazzetto di sclopìt

olio,cipolla,sale

4 fettine al formaggio INALPI

brodo vegetale

(io l’ho preparato con:1 litro di acqua, 3 pomodori,sedano,2 carote,una patata grande,)

se non avete tempo potete usare un dado vegetale per preparare il brodo in meno tempo,magari aggiustando con degli aromi.

Procedimento:

Lavare bene lo sclopìt,togliere la parte dura dello stelo,tagliarlo grossolanamente,in modo da mantenere la forma allungata delle foglioline e

farlo saltare alcuni minuti in una padella con olio e cipolla.

 

Preparare il brodo,lasciarlo bollire e tenerlo in caldo, mentre in un’altra pentola iniziate a tostare il riso,senza olio,a fiamma bassa,La tostatura permette una cottura migliore e in questo modo,a secco,è senza grassi.Quando il riso scotta,allora possiamo versare il brodo con un mestolo,un pò alla volta ma facendo attenzione che sia bollente,in modo da non condizionare la temperatura del riso,che  appunto è già ben caldo.

Da questo momento calcolare 20 min per la cottura.Ma passati i primi dieci minuti bisogna aggiungere lo sclopìt,amalgamandolo lentamente.

Aggiungere mano mano il brodo,senza far asciugare troppo il riso.

Appena cotto lasciar riposare 2 o 3 minuti e poi aggiungere un filo d’olio e due cucchiai di parmigiano grattugiato.

Infine aggiungere le Fettine Inalpi che si addenseranno insieme agli altri ingredienti,unendo perfettamente il gusto del formaggio al gusto dello sclopìt

Io ne avevo tre tipi a disposizione:

-Fettine Emmental

-Fettine Light

-Fettine al formaggio classiche,  ed ho scelto queste dal gusto semplice e delicato in modo da non mascherare il sapore degli altri ingredienti.

 

 

                                                           Lo Sclopìt

Info su Caterina

Senza entusiasmo non è stato mai compiuto niente di grande...
Questa voce è stata pubblicata in Primi piatti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>