Hummus Falafel alla Libanese con verdure crude | ricetta Libanese

Hummus e Falafel

Rimango ancora un po’ verso il Libano, per aggiungere altri due piatti classici a base di ceci, l’Hummus e i Falafel, che accompagnano volentieri il Tabbuleh nei Mezzé.

La base è la stessa dunque, cioè dei ceci cotti e poi passati, ma per  l’Hummus si aggiunge anche del Tahina, un passato di sesamo in pasta. Per i Falafel invece si fanno semplicemente delle polpette di ceci fritte. In realtà esistono delle varianti con un misto di fave e ceci, e anche di sole fave. Dipende dove si mangiano lungo le coste del Mediterraneo…

Per la preparazione ho dunque messo a bagno i miei ceci la sera prima e dopo averli cotti al vapore, li divido in due per fare i due diversi piatti.

Ingredienti :
500gr di ceci secchi
due limoni
della salsa Tahina
del cumino in polvere (Kamoun)
del coriandolo fresco
della menta fresca (possibilmente Nana)
olio evo, sale blu di Persia

Per accompagnare l’Hummus, potete prendere varie verdure crude, tipo pinzimonio, perciò carote, cavolfiore, sedano, ravanelli ecc…
Ovviamente questo piatto è perfetto per i celiaci, vegetariani, e vegani (che mangiano cibi cotti). Inoltre vi segnalo che i ceci sono ottime proteine per i diabetici, sono diuretici e disinfettanti per l’intestino.

La prima cosa da fare sarà dunque di mettere a bagno i ceci in abbondante acqua fredda con un bel cucchiaio di bicarbonato. Consiglio anche di cambiare l’acqua almeno un paio di volte. Dopo almeno dodici ore in ammollo, fateli cuocere a vapore nel cestello della pentola a pressione per almeno 25 minuti da quando fischia. Altrimenti a bollore per un paio d’ore. Devono essere ben cotti.

ceci cotti

Ora bisogna dividerli in due, e se avete la pazienza, toglierli la pelle. Io francamente faccio solo la metà che userò per l’Hummus. La parte che dedicate ai Falafel, va condita con un po’ d’olio e di sale e poi coperta con pellicola e messa in frigo. Mentre per l’Hummus, dovete aggiungere un cucchiaino di polvere di cumino, mezzo limone spremuto, un po’ d’olio e di sale, e passare il tutto con il frullino ad immersione. Dopodiché, si copre con pellicola e si mette in frigo.

Passata una buona ora, potete estrarre i ceci per i Falafel, passarli al mixer ma non troppo fino, e poi fare le vostre polpette.

Falafel crudi

Una volta pronte fate friggere in olio bello caldo girandoli delicatamente. E poi fateli asciugare su carta assorbente.

Falafel cotti

Ora tiriamo fuori dal frigo i ceci per l’Hummus. Bisogna aggiungerci il rimanente limone spremuto, due bei cucchiai di Tahina, il coriandolo tritato fino  e la menta poi mescolare bene affinché sia una crema morbida, se vedete che rimane troppo densa, aggiungete un po’ d’acqua per allungarla. Alla fine mettete in un piatto o ciotola e accompagnate con le verdure di vostro gradimento.

Hummus finito

verdure crude

Hummus e Falafel

Sopra il mio Hummus, quello che vedete in verde, sono alghe Giapponesi Wakame, molto ricche di iodio e aiutano la digestione dei legumi.
Per quelli che se lo sono chiesto, aggiungo che il termine Mezzé, o Meze, si usa in molte parti del bacino Mediterraneo, e si può dire che a un po’ il senso di merenda, oppure aperitivo. Se volete saperne di più andate a leggere qui :http://it.wikipedia.org/wiki/Meze

Buon Mezzé a tutti

Be Sociable, Share!

Info su jeanmarc

Sono un uomo di cinquant'anni, appassionato di cucina da sempre. Mi piace mangiare e fare da mangiare. Trovo che il tempo passato in cucina ripaga sempre degli sforzi e più vado avanti davanti ai fornelli, più mi accorgo che con pazienza e dedizione possiamo veramente cucinare di tutto.
Questa voce è stata pubblicata in ANTIPASTI o MEZZÉ e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*