Risotto al cioccolato fondente e scorze d’arancia

Per la serie: risotti furbi e dove trovarli, oggi vi propongo un risotto semplicissimo, con ingredienti dal bassissimo costo ma che vi farà fare un figurone.

II connubio arancia-cioccolato è ormai sdoganato ma il calore del risotto a contatto con le scorze, sprigionerà un profumo che lascerà tutti a bocca aperta.

Sponsorizzato da Risi Preziosi

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    25 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Riso Karbor o Carnaroli 360 g
  • Arance rosse 2
  • Cioccolato fondente q.b.
  • Brodo vegetale 1 l
  • Scalogno 1
  • Vino bianco secco 1 bicchiere
  • Burro 50 g
  • Grana Padano grattugiato 25 g

Preparazione

  1. Arancia: per prima cosa con uno spremiagrumi preleviamo il succo, filtriamo con un colino e teniamo da parte.

    Tagliamo la scorza di un’arancia a julienne, evitando di includere la parte bianca che sarebbe troppo amara e tostiamola in una padella antiaderente. Teniamola poi da parte per l’impiattamento.

  2. Brodo vegetale: scaldiamolo, portiamolo a bollore e teniamolo sempre bollente.

  3. Soffritto: Tritiamo lo scalogno e soffriggiamolo in una padella a bordi alti con un po’ di olio extravergine a fiamma bassa senza farlo bruciare.

  4. Tostatura: alziamo leggermente la fiamma, aggiungiamo il riso e tostiamolo per 2-3 minuti. Sfumiamo con il vino bianco.

  5. Cottura: Lasciamo sfumare il vino e aggiungiamo il brodo man mano che si asciuga, portando il risotto a cottura (15 – 17 minuti).

    A 2/3 circa della cottura uniamo il succo d’arancia.

    Quando il risotto è pronto, assaggiamo, se serve aggiustiamo di sale e togliamolo dal fuoco.

  6. Mantecatura: mantechiamo prima con il burro, poi con il grana, mescoliamo energicamente e lasciamo riposare 2 minuti. (Se il risotto risulta troppo asciutto, allunghiamolo con un po’ di brodo vegetale).

  7. Impiattamento: in un piatto da portata versiamo al centro poco alla volta il risotto, con il palmo battiamo energicamente sotto il piatto per distendere il riso in modo uniforme. Sopra il risotto grattugiamo quanto basta di cioccolato fondente e concludiamo con le nostre scorze tagliate a julienne.

Senza categoria
Precedente Risotto con crema di piselli, veli di jamon iberico, robiola e uova di trota Successivo Risotto con bresaola, mela Granny Smith, Bitto e pane tostato

Lascia un commento