Sanguinaccio di pecora

image (15)

Sempre in Barbagia e non solo si prepara ancora oggi, durante molte occasioni di festa o durante la tosa delle greggi quello che viene considerato il piatto più antico del mondo: il sanguinaccio di pecora. Il sangue di pecora, aromatizzato con erbe e insaporito con formaggio grattugiato, e arricchito da zichi ( pane di Bonorva) viene versato nello stomaco della stessa pecora, usato a mo’ di recipiente. Lo stomaco, opportunamente cucito con ago e filo, viene fatto cuocere in pentoloni d’acqua bollente sino a quando il composto non acquista consistenza solida.
Ingredienti:
sangue di pecora
menta
lo strutto
cipolla
latte
zichi
lo stomaco di pecora

Nello strutto fate un soffritto di cipolla e menta. Tagliate il pane a pezzi piccoli. Versate nel sangue latte, pane e soffritto filtrato. mescolate per bene e chiudete con il filo e ago lo stomaco di pecora. Cuocete in acqua bollente finché non risulta solido. A Bonorva lo mangiano a fette.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in Piatto unico, sardegna, Secondi e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*