Sospiri di Ozieri

I dolci , in generale, mi piacciono tanto. Ma i dolci sardi mi stizzicano di più perche sodisfazione che sei riuscita non ti toglie nessuno.

Ecco la mia nuova prova di preparare i ” Sospiri di Ozieri “.

Classici coperti con la glassa fondente e moderni, con la copertura in cioccolato.

La ricetta io ho preso dal sito di Roberto Murgia http://myart-robertomurgia.blogspot.com/2011/02/sospiri-di-ozieri.html

Ecco la sua ricetta.

  • 600 gr di mandorle dolci
  • 400 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di miele
  • La scorza grattugiata di 2 limoni
  • 120 gr d’acqua
  • 1 gr di essenza di mandorle amare

Ingredienti per la glassa fondente:

  • 600 gr di zucchero
  • 120 gr di acqua
  • 1 cucchiaio di essenza di fiori d’arancio

Procedimento:

Fate asciugare le mandorle nel forno senza farle inbiondire e
una volta fredde tritatele finemente con qualche cucchiaio di zucchero.

* Io ho usato la farina di mandorle.

Versate il rimanente zucchero in un tegame con fondo alto e
aggiungete l’acqua, la scorza dei limoni e l’essenza di mandorle amare. Portate sul fornello e fate scaldare fino ad ebollizione.

Versate la farina di mandorle e cuocete mescolando continuamente con un cucchiaino.

 

Quando il composto si sarà rappreso leggermente togliete dal fuoco e versate su un piatto.

Dividete il composto in piccole porzioni da 20 grammi . Inumiditevi le mani con la grappa e preparate delle piccole polpette con il composto.

* Ho usato il mirto della Sardegna.

Schiacciatele leggermente dando la forma di piccolo medaglione spesso 1 cm o poco più e largo circa 3,5 cm .

Sistemate i sospiri su una teglia foderata con carta da forno e
infornate a 130°- 150° C con sportello leggermente aperto. Fate asciugare i dolcetti per 15 minuti circa (i dolci non devono cuocere ma solo asciugare esternamente).

Togliete dal fuoco e lasciate freddare bene.

Preparate la glassa fondente (questa glassa è praticamente il fondente di zucchero senza l’utilizzo del glucosio….se non volete rischiare che lo zucchero cristallizzi potete aggiungere 1 cucchiaio di glucosio agli ingredienti e procedere nello stesso modo):

Versate lo zucchero in un pentolino e aggiungete l’acqua.
Scaldate sul fuoco fino a raggiungere 116° C (fate bene attenzione a non superare la temperatura). Una volta raggiunta la temperatura prelevate dal fuoco e versate immediatamente lo sciroppo su un piano di marmo o una piastrella grande.

Lasciate freddare per 2 minuti circa e poi con l’aiuto di una spatola temperate lo zucchero come si fa per temperare il cioccolato.

Spatolate in continuazione lo zucchero ripiegando più volte su
se stesso. Pian piano lo zucchero inizierà a diventare bianco e si condenserà formando una massa soda.

Continuate ad impastarlo con le mani come per fare la pasta fresca e se necessario inumidire le mani.

Una volta pronto sistematelo in un piccolo pentolino, aggiungete l’essenza di fiori d’arancio e 3 cucchiai d’acqua calda. Sciogliete a
bagnomaria fino ad ottenere una glassa lattiginosa.

Glassatura:

Tuffate un sospiro alla volta nella glassa e scolatelo subito con una forchetta. Sistemate i dolcetti su carta da forno.

N.B. Lo zucchero fondente tende a creare una patina cristallina
in superficie quindi vi consiglio di mescolare di continuo.

Lasciate asciugare.

Una volta pronti preparate le cartine di carta velina della grandezza 20X13 circa e frangiatele con le forbici alle estremità.

Sistemate il sospiro al centro, chiudete la carta a caramella.

* Io non sono riuscita ad avere una massa soda. Ho cercato di continuare il lavoro, facendo sciogliere lo zucchero a bagnamaria. Il risultato non è ottimo.

Se qualcuno di voi mi consiglia una ricetta più adatta vi sarrei grata.

Alla fine ho deciso di coprire i sospiri con il cioccolato. Ho scolto il cioccolato con la panna 1:1 a bagnamaria e ho tuffato i sospiri. Ho lasciato ad asciugare per 12 ore.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Sospiri di Ozieri

  1. Fullina scrive:

    Hai fatto un bellissimo lavoro Irina, sono così buoni da far venire l’acquolina in bocca! Brava!

  2. vickyart scrive:

    Finalmente riesco a passare da te!! ma lo sai ke ho visto che avevi cambiato il nome del blog, ho provato a scrivere l’indirizzo ma mi dava errore! ma i sospiri mi hanno subito attirata! solo tu li potevi fare! buonisssimi! li adoro! hai ragione sono molto lavorati però vuoi mettere la soddisfazione!?! bravissima! me li papperei tutti! devo kiedere a mia mamma di portarmene appena ritorna dalla sua terra 😉 beata lei!! ciao carissima!

  3. irinadore scrive:

    Ciao cara!!!!
    Anche io ti ho perso, ma proprio nell’ultimi giorni ho visto un tuo commento su un blog e dopo ho letto da Tina che voi avete fato il vostro primo contest.Cpmplimenti!!!!!!! Peccato che ho saputo tardissimo, ma parteciperò volentieri altri tuoi contest.
    Si, me l’hanno cambiato il nome, anche se io , mi sembra, ho scritto il mio vecchio. Può darsi ho sbagliato io.
    Ti metto nella mia lista, cosi potremmo chiacherare di più.
    Buona giornata Vicky!!!!
    Un abbraccio!

  4. irinadore scrive:

    Grazie Fullina!!!
    Li volevo portare a casa mia in Ucraina, Crimea, ma portero soltanto con la glassa, il cioccolato si scioglie. Peccato per i miei e che fortuna per i miei amici che adesso li devono mangiare tutti!!!!
    🙂

  5. GRAAL 77 scrive:

    Che dire sono veramente tanto dolci!!!!!Belli e buoni ne immagino il sapore io adoro le mandorle,perfetti,sei stata tanto brava e pure le foto niente male!!!!Piacere di conoscerti ,mi sono aggiunta ai tuoi lettori!!!!Buona cucina ebuona VITa!!!

  6. irinadore scrive:

    Grazie Raffaella!!!

  7. anto62 scrive:

    troppo buoni!!!!!
    li copio , spero domenica di poterli fare , mi attirano molto
    complimenti per il blog
    ciaooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.