L’esperienza con “Baci a tutti”

L’esperienza con “Baci a tutti”

Come tante persone, ho conosciuto Andrea attraverso il servizio delle Iene.

Vederlo in TV mi ha fatto pensare a quanto grande potesse essere e quanto lo fossero i genitori, ma non avrei mai immaginato nemmeno lontanamente quello che è il suo mondo. Perché la verità è che vedendolo davanti ad un monitor il suo essere autistico non sembra così “accentuato”, lui ed il padre si presentano in un modo così naturale che veramente io non ho capito da un semplice servizio quante difficoltà e dolore, frammisto a gioie immense (e sono gioie vere) possano aver vissuto.

Ma non voglio essere fraintesa: non è che sottovalutassi questa malattia o che pensassi che Andrea stesse meglio di altri. Ma mi hanno trasmesso una sensazione estremamente positiva e, nonostante tra me e me pensassi “Questa famiglia ha le palle quadre” (e passatemi il termine), solo leggendo il libro “Baci a tutti” ho capito il loro mondo.

Non posso nemmeno dire di averlo capito “concretamente” (questo credo lo possa provare solo chi realmente lo viva), ma Andrea ha permesso a me come sua lettrice di avere uno spiraglio nella sua vita, di sorridere e commuovermi con lui e tutte le persone coinvolte.

Non posso quindi che dire GRAZIE, ed è la prima parola che mi è venuta in mente terminando la lettura: GRAZIE, con un bel sorriso stampato sul viso ed una leggera lacrimuccia di commozione (da sottolineare: ho finito di leggere il libro in viaggio verso lavoro .. in treno .. la mia dirimpettaia mi guardava come per dire “Ma questa??” ahahahahah).

Ripongo il libro nella mia libreria quasi con rammarico, sapendo che non è effettivamente solo un libro: è una vita, una persona speciale, un extraterrestre (come si definisce) che mi ha insegnato tanto, quasi fosse una persona realmente conosciuta. Lui, Franco, Roberta, Cristy, Emanuele … una piccola grande famiglia, tanti cuori immensi, tanto amore … perché tutti noi siamo bisognosi di LOVE!

Tanto LOVE Andrea per te!

Grazie!!

Con affetto,
Barby

Baci a tutti

“Sono io e la mia storia di ragazzo autistico
Sicuro che senza l’aiuto di tutti non vive.
Resistiamo se esistiamo, parlate di noi, grazie.
Andrea autistico è Andrea bello.”

“Ciao Andrea, vorrei un tuo pensiero sull’ indifferenza di tante persone verso la disabilita’, che con sguardi o atteggiamenti vi mettono da parte. …

<< Io non credo di essere opposto a loro.
Uomini tutti degni di rispetto e amore troppo belli e complicati per non essere accolti.
Molto vicino sono a chi mi rifiuta so che un giorno capiranno.
Verità esce sempre.
Loro mi cercano io li aspetto uomini sono miei amici. Fine. >>”

“MAMMA E’…
La mia mano consolatrice