Pesce spada alla ghiotta

Il pesce spada alla ghiotta (piscispata a’ gghiotta) è un secondo di pesce facile da preparare e con un condimento gustoso e succulento. La ricetta è tipica siciliana ma anche calabrese: infatti si prepara in particolare nelle province di Reggio Calabria e Messina, dove il pesce spada è molto diffuso. La ghiotta, il soffritto di cipolla, capperi, sedano, olive verdi e pomodoro, è un condimento tipico di diverse ricette siciliane, come la caponata e altre preparazioni a base di pesce.

Ingredienti per 4 persone

  • 4 tranci di pesce spada
  • 1/4 di cipolla di Tropea
  • un cucchiaio di capperi in salamoia
  • 20 olive verdi in salamoia
  • 10 pomodorini ciliegino o datterini
  • 1 sedano
  • olio evo qb
  • sale qb
  • origano qb

Pesce spada alla ghiotta - Ricetta secondo di pesceProcedimento

In una padella versate un filo d’olio e fate appassire la cipolla tritata finemente ed il sedano tagliato a rondelle.

Aggiungete i capperi e le olive denocciolate (io ho usato le olive schiacciate sott’olio fatte in casa da mia nonna, ma se non le avete vanno bene anche quelle in salamoia che si trovano al supermercato).

Dopo qualche minuto aggiungete i pomodorini tagliati a metà, un pizzico di origano e lasciateli appassire per qualche minuto.

Infine adagiate sul condimento i tranci di pesce spada, aggiungete un pizzico di sale e fateli cuocere prima da un lato, poi girateli sull’altro lato, aggiustare di sale e proseguite la cottura.

Servite il pesce spada alla ghiotta ancora caldo con il suo sughetto.

 

14 thoughts on “Pesce spada alla ghiotta

  1. artù il said:

    mmmm che delizia, un piatto perfetto e succolento!! di quelli da scarpetta!!!

    grazie come sempre per il tuo contributo!

  2. Wow, che meraviglia… una bellissima presentazione con bellissimi accostamenti di colore. Mi piace tantissimo la tua proposta.
    Buon fine settimana.

  3. Una ricetta che mi piace moltissimo !!! Bravissima 🙂 mi piace tantissimo il pesce spada e cucinato così deve essere fantastico!!! un abbraccio e perdona il ritardo

Lascia un commento

*