Minestra autunnale, profumi della terra e del bosco

La minestra autunnale è una zuppa rustica preparata con ortaggi e prodotti del bosco tipici del periodo autunnale. L’estate appena terminata ci regala innanzitutto le patate novelle appena raccolta ed i fagioli freschi, dal sapore unico, che rispetto a quelli secchi non necessitano di ammollo ed hanno tempi di cottura più brevi. La zucca è la regina di questo periodo, col suo colore porta allegria oltre che gusto a tavola. Ed i boschi non ci fanno mancare funghi e castagne, con il loro inconfondibile profumo. Queste prelibatezze della terra danno vita ad una minestra ricca, saporita e cremosa, perfetta per riscaldare le prime fresche serate d’autunno, da accompagnare con crostini di pane tostato ed un buon bicchiere di vino rosso.

Ingredienti per 3 persone

  • 300 g di polpa di zucca
  • 200 g di patate novelle
  • 100 g di funghi porcini o chiodini
  • 100 g di fagioli borlotti freschi
  • 12 castagne
  • cipolla
  • olio evo
  • sale
  • prezzemolo
  • rosmarino
  • alloro

Minestra autunnale

Minestra autunnale

Preparazione

  1. Sbucciate le castagne, eliminate la pellicina pelosa e lessatele in acqua, poi scolatele e fatele sgocciolare.
  2. Pelate le patate e tagliatele a cubetti, quindi lessatele in abbondante acqua salata per 5 minuti, poi scolatele e tenetele da parte.
  3. Cuocete i fagioli sgranati e lavati in abbondante acqua salata con qualche di alloro, poi scolateli e teneteli da parte.
  4. In una padella fate appassire un cucchiaio di cipolla tritata, versate la polpa di zucca tagliata a cubetti insieme ad un rametto di rosmarino e fatela cuocere a fuoco basso con il coperchio per 5 minuti.
  5. Pulite i funghi con un panno umido ed eliminate per bene il terriccio, tagliateli a cubetti ed aggiungeteli nella padella con la zucca.
  6. Unite nella padella le patate, le castagne tagliate in 4 e i fagioli, aggiustate di sale, aggiungete una manciata di prezzemolo tritato e proseguite la cottura dei funghi.
  7. Frullate col minipimer 1/4 della minestra per renderla più cremosa, mescolate e servite ben calda con un filo d’olio a crudo e crostini di pane tostato.

Copyright © iocucinocosi



 
Precedente Insalata di rucola e mela con mollica e pinoli Successivo Gnocchi al limone con gamberi e fave, primo cremoso

Lascia un commento

*