marmellata di arance senza zucchero

IMG_20160314_152442

Ingredienti:

 

3 arance rigorosamente biologiche

  1. 2 cucchiai rasi di zucchero di cocco
  2. 2 cucchiai di sciroppo di agave o truvia (eridania)
  3. acqua quanto basta a ricoprire le arance
  4. la punta di un cucchiaino di agar agar

lavare molto bene le arance con una spazzola.

affettarle con uno spessore di circa 1 cm.

tagliarle quindi a dadini piccoli con tutta la buccia (dopo aver tolto le calotte).

mettere in una casseruola di acciaio e ricoprire d’acqua.

fare cuocere coperto a fuoco bassissimo per circa un ora.

aggiungere 2 cucchiai di zucchero di cocco (IG 30).

aggiungere 2 cucchiai di sciroppo di agave (IG 20) oppure di truvia-stevia (eridania) che ha IG 0.

a questo punto se si desidera, si possono dare pochi colpi di mixer alla marmellata per renderla più cremosa e ridurre la dimensione delle  scorzette io la preferisco fatta in questo modo ma non é necessario si puó lasciarla anche al naturale.

mescolare e aggiungere la punta di un cucchiaino (facoltativo) di agar-agar (é un gelitificante).

fare cuocere ancora 5 minuti e poi invasare subito mentre é calda in normali boccette ben lavate e asciugate in forno.

capovolgere a testa in giù e lasciare raffreddare completamente prima di riporre in frigo.

IMG_20160314_151325 IMG_20160314_152052

con queste dosi viene fuori una boccetta e 1/2 di marmellata che io tengo in frigo fino ad esaurimento. Le indicazioni non riguardano la sterilizzazione perché io preferisco farne un paio di boccette per volta ed averla sempre fresca visto anche la semplicità della ricetta nonché l’abbondanza delle arance nella mia Sicilia😍

 

 

 

 

 

 

 

Biscotti zucca avena e mandorle (ricetta di Natale)

foto 3

 

finalmente dopo 10 mesi mi sono decisa a cimentarmi in occasione del Natale a cucinare qualcosa di dolce ma anche light. Sapete che io ho eliminato gli zuccheri “cattivi” dalla mia dieta ispirandomi ai principi del metodo Montignac proprio perchè ero iper insulinemica ma adesso che ho raggiunto il traguardo di portare l’insulina al suo limite minimo diciamo che un paio di biscotti “light” a colazione voglio anche mangiarli… ho iniziato con queste piccole delizie che a me sono piaciute molto anche perchè mi ricordano per profumo e consistenza alcuni biscotti delle feste tipici della mia città.

Ho cercato di limitare il più possibile i danni sulla glicemia usando la farina integrale d’avena e anche un aggiunta di crusca d’avena così da abbassare il più possibile il loro IG (indice glicemico)…

INGREDIENTI PER 9 BISCOTTI DI CIRCA 30 g  CIASCUNO

Zucca 180g
Crusca di avena 40 g
Farina integrale di avena 100 g
Olio ev di cocco spremuto a freddo bio 20 g
10 mandorle tritate finemente

1 albume d’uovo

1/2 bustina lievito dolci
30 gocce tic

note per chi segue la dieta della WWPP:
Peso totale g 276 cotti (9 biscotti irregolari da 24 a 37 g l’uno)
Punti totali 18 x 9 biscotti di 30 g circa l’uno
1 biscotto 30 g = PP 2

**********************************************************************

in una ciotola mettere la zucca già cotta in forno e spellata e ridotta in pezzettini (io la preferisco così soprattutto se è dolce) o passata a setaccio, aggiungere la farina integrale d’avena, la crusca, l’olio di cocco fatto sciogliere a bagnomaria o tenuto fuori dal frigo per un paio d’ore, il dietetic, la farina di mandorle, l’albume e il lievito per dolci.. a piacere aroma di vaniglia.

foto 1 (3)foto 2 (3)

amalgamare bene tutti gli ingredienti a lungo perchè ci vuole un po di tempo prima che la polpa della zucca si mescoli perfettamente con le farine e l’olio di cocco (se non è stato sciolto a bagnomaria) si sciolga del tutto, se ve ne fosse bisogno potrete aggiungere un altro albume d’uovo o mezzo ma non dovrebbe essere necessario (dipende anche dalla grandezza dell’uovo usato). fare riposare l’impasto ottenuto in frigo per un oretta così da lavorarlo meglio e formate delle palline (9 da 30 g) che appiattirete velocemente come in foto, posatele nella leccarda del forno ricoperta da carta forno e quando avrete finito infornate a 170°/180° per circa 15 minuti (dipende dal forno) infine accendere il grill per una veloce doratura della superfice dei biscotti..

foto 1 (1)foto 1

 

uno di questi biscotti ha 107 calorie ma pensate che sono grandi ben 30 g! inoltre il tipo di farina usata e la crusca fanno si che 2 di questi con una tazza di latte sazino e soddisfino veramente tanto.

foto 4image (3)

buona dieta e buona salute a tutti e ricordate che la salute inizia dalla cucina!

 

Pancakes alla banana

ohhhhhhhhh I love pancakes!!

eccone un altra versione questa volta alla banana e con la farina integrale d’avena.

Ingredienti per una porzione:

50 ml di albume pastorizzato AIA

3 cucchiai di yogurt 0,1%

2 cucchiai di farina integrale d’avena

1 banana matura piccola (circa 70/75 g)

3 gocce di diete tic

sciroppo di agave

cannella

1 cucchiaino di lievito per dolci

aroma di vaniglia

procedimento:

in una ciotola mettere l’albume, lo yogurt e la farina e sbattere con un frustino.

aggiungere la banana atagliata a rotelline ma lasciatene un po per la decorazione.

schiacciate la banana con una forchetta finche diventa crema e continuare a sbattere tutto col frustino.

aggiungere l’aroma di vaniglia, la cannella, il dolcificante e il lievito sbattere ancora un po con energia.

fate riposare 15 minuti e nel frattempo preparate un padellino antiaderente e un piatto con una paletta riscaldare bene il padellino se non è più che nuovo ungetelo con un tovagliolo o con lo spray, io non uo nulla e mi si staccano che è un piacere…

mettete due o tre dipende dalla grandezza della padella, cucchiaiate di composto e aspettare che faccia le

bollicine dopo girarlo con la spatola e vedrete che gonfia ancora pochi secondi ed è pronto il pancake metterlo

su un piatto e fare il secondo che impilerete sul primo.

conquesta dose ne vengono 3 e sono sufficienti per una persona ed insieme ad un bicchiere di te o latte e caffè

costituiscono una colazione!

quando sono pronti decorare con rotelline della banana rimasta e insaporire con sciroppo di agave che

essendo a base do fruttosio ha un basso indice glicemico ma soprattutto è BUONISSIMO!

ED ECCOLI!

firmati (5)firmati (9)

 

 

 

 

 

firmati (7)firmati (7)

 

 

 

 

 

firmati (8)firmati (10)

 

 

 

 

 

firmati (4)

 

firmati

firmati (4)

Per me la colazione più buona del mondo! 😉

 

Pancakes, la mia passione!

Ed ecco che finalmente posso parlare di un altra colazione… ma perchè non si può vivere di sole colazioni? adoro fare colazione e da quando sono a dieta è una vera festa.. sempre diversa e sempre più buona ma i pancakes non li batte nessuno questo  certo!

In questa versione ho usato del latte di soia, e la mia sempre presente crusca d’avena come basi ma le alternative sono davvero tante e ve le mostrerò pian piano che andremo avanti 🙂

I pancakes sono un dolce per la colazione tipico dell’america settentrionale ma si sono diffusi io ogni parte del mondo per la loro bontà e ne esistono molte versioni io stessa ne ho provate diverse, con le uova intere, con soli albumi, senza uova, con latte vaccino, di soia, di riso, con farine diverse, di avena, di farro, integrale e non insomma c’è l’imbarazzo della scelta..

la cosa che li accomuna è il fatto che i pancakes non sono in realtà dolci, nel senso che di zucchero ne hanno davvero poco anche nella tradizionalissima ricetta è il condimento che scegliamo a farne delle vere leccornie per chi ama i dolci;

infatti, si possono fare anche i pancakes salati, che io adoro, mescolando all’impasto verdure varie ed aggiungendo un pizzico di sale… ma adesso basta parlare e vediamo la prima e la mia preferita perchè la migliore dal punto di vista dietetico, versione del PANCAKE!

a noi!

pancackes al cacao con sciroppo di agave
pancackes al cacao con sciroppo di agave

Ingredienti per 2 porzioni:

crusca d’avena 40 g

latte di soia 50 ml

1 cucchiaino di cacao amaro

essenza di vaniglia

lievito istantaneo per dolci 1 cucchiaino da caffè

6 mandorle tritate grossolanamente

cannella

sciroppo di agave 20/30 g circa (2 cucchiaio da minestra)

procedimento:

mettere in una ciotola la crusca, il latte e l’albume (per chi è intollerante

può farne anche a meno e aggiungerà un po più di latte di soia),

con un frustino sbattere tutto per bene quindi aggiungere il cacao,

l’essenza di vaniglia e infine il lievito.

con la frusta lavorare ancora un po e poi lasciare a riposare per una

mezzoretta o almeno 15 minuti.

su un padellino antiaderente ben caldo, mettete una cucchiaiata di

composto e allargatelo deve avere lo spessore di circa 10/15 mm a

secondo del vostro gusto, a me piacciono un po spessi.

abbassate il fuoco e aspettare che in superficie appaiono delle

bollicine x la lievitazione quindi con una spatola girare il pancake e

noterete che si gonfierà un po aspettate un altro minuto e mettetelo in

un piatto continuando così ad impilarli uno sull’altro.

con queste dosi ne vengono tre un po spessi.

alla fine spolvererete sopra della cannella, ci metterete le mandorle

sbriciolate grossolanamente e per finire lo sciroppo di agave che dal

punto di vista dietetico è il migliore in quanto ha un bassissimo indice

glicemico (id=15) ed ha solo 312 calorie per 100 g.

colazione appagante per il gusto e perfetta dieteticamente per la presenza di fibra solubile, proteine, grassi buoni, e basso indice glicemico
colazione appagante per il gusto e perfetta dieteticamente per la presenza di fibra solubile, proteine, grassi buoni, e basso indice glicemico
con queste dosi fano colazione tranquillamente 2 persone... io ho diviso il tutto a metà come una tortina
con queste dosi fanno colazione tranquillamente 2 persone… io ho diviso il tutto a metà come una tortina

FIRMATI (3)

 

Il succo di agave svolge un’azione remineralizzante, 

 

 

 

 

 

in quanto contiene una grande quantità di calcio, magnesio, potassio e ferro; e nonostante sia composto per circa il 90% da fruttosio mantiene un indice glicemico più basso di altri zuccheri, compreso il miele. 

(fonte:http://www.cure-naturali.it/dieta-alimenti/1943/succo-agave-diabete/2931/a)

tortino dolce di albumi e freddocappuccino

Stamattina ho iniziato bene la giornata perchè mi sentivo particolarmente in forma, e dopo essere andata a camminare per il mio solito chilometro e mezzo ho fatto una delle mie colazioni preferite, perchè che la colazione per me è sacra lo sapete già e non mi stancherò mai di dirlo è uno dei segreti della mia dieta…

quindi mentre aspetto che arrivi la parrucchiera/estetista perchè oggi fra l’altro si cambia immagine, mi sono preparata questa meravigliosa colazione… freddocappuccino con tortino dolce di albumi:

colazione  con albumi+cappuccio (3)

 

200 ml di latte scremato

3 gocce di aroma di vaniglia

cannella

stevia o diete tic in gocce

140 g di albumi pastorizzati AIA

20 g di crusca d’avena bio

sbattere le chiare con poche gocce di vaniglia, la crusca, la cannella, il dolcificante a piacere, e versare il composto su un padellino antiaderente piccolo senza aggiungere grassi.

coperchiare e fare cuocere a fuoco basso.

nel frattempo preparare il freddocappuccino con l’apposito pentolino, mettendo 200 ml di latte ben freddo, aroma di vaniglia, e 1 cucchiaino di caffè solubile (in tazza) e il dolcificante direttamente nel pentolino.

shackerare per ottenere il cappuccino e versare nella tazza dove avete già messo il caffè solubile e spolverare con cannella.

inpiattare gli albumi e con un colino spargere sopra un cucchiaino di cacao amaro.

gli albumi dolci sono stati una grande scoperta per me e non avrei mai creduto che mi sarebbero piaciuti ve ne posterò altre versioni provateli rimarrete stupiti.

inoltre sono una preziosa risorsa per la dieta in quanto ottima fonte di proteine priva di grassi, oltre che particolarmente sazianti.

colazione  con albumi+cappuccio (4)

colazione  con albumi+cappuccio

 

la mia colazione? mai monotona!

Buongiorno a tutti, io non amo fare ogni giorno la stessa colazione lo trovo monotono e mi stanca.. così cerco sempre nuove idee giacchè come vi ho già detto io adoro la colazione e la mia deve essere abbondante, saziante, SANA e sempre diversa 😉

IMG_20140801_092816
la mia colazione di Sabato 2 Agosto 2014

 

la settimana scorsa ho comprato per la prima volta il latte di riso biologico,, e chi se lo aspettava che fosse una squisitezza? mi ha letteralmente conquistata! provatelo e vedrete se esagero… inoltre è vegetale, è sano e naturalmente dolce! in questa colazione ne ho usato 200 ml con l’aggiunta di poche gocce di aroma di vaniglia, e basta non ha bisogno di altri condimenti ma se vi piace potete aggiungere del dolcificante basta una goccia di dietetic. nel piattino vedete 2 biscotti integrali con fiocchi d’avena e 4 mandorle fonte ricchissima di omega 3, potassio e ferro vi ricordate che vi avevo già detto che nelle mie colazioni non manca mai una fonte proteica? ecco in questa colazione sono le mandorle. per finire, e come potrebbe essere altrimenti? un bel caffè fatto con la moka!

se provate a fare questa colazione vi accorgerete che sarete sazie e reattive per la maggior parte della mattinata, io verso le 11,30 faccio uno spuntino con un frutto perchè nella mia dieta gli spuntini hanno un importanza STRATEGICA ma di questo riparleremo un altra volta.. buona giornata a tutti 🙂

latte di riso bio
latte di riso bio
biscotti integrali all'avena e cioccolato + 4 mandorle
biscotti integrali all’avena e cioccolato + 4 mandorle

Porridge al cacao con profumo di cocco

Buongiorno a tutti carissimi anche oggi vi mostrerò una colazione sana nutriente e a basso contenuto calorico che vi terrà sazi per molte ore oltre che energici!

Questo è una delle mie colazioni preferite invernali ma ho scoperto che fatta la sera prima e messa in frigo diventa un fresco e goloso budino con gli innegabili benefici della crusca d’avena (alla quale dedicherò un capitolo a parte) e il mio adorato gusto di cioccolato che come vedrete anche se non cucino molti dolci appare spesso nelle mie colazioni o nei miei spuntini… e poi il binomio cocco-cioccolato è imbattibile!!

foto 1

Ricetta del Porridge al cacao con profumo di cocco

ingredienti per 1 persona:

200 ml di latte scremato

30 g di crusca d’avena rigorosamente bio

1 cucchiaino di cacao amaro

stevia quanto basta o qualsiasi dolcificante da voi usato

un cucchiaino di cocco disidratato

versare il latte in un pentolino e aggiungere la crusca, il cacao e il dolcificante (attenzione che sia di un tipo che regga la cottura). accendere il fornello piccolo a fiamma alta e mescolare il tutto lentamente ma costantemente con un cucchiaio di legno, ad un certo punto vedrete il porridge addensarsi e quando inizia a bollire continuate a mescolare per altri 30 secondi circa, perchè addensi meglio, in inverno lo si versa così bollente in una scodella e si sparge sopra il cucchiaino di cocco disidratato, in estate vi consiglio di cucinarlo la sera (bastano pochi minuti) e riporlo in frigo, al mattino se volete potrete anche capovolgerlo proprio come un budino… golosissimo

la colazione è sacra per me!

IMG_20140722_085203 (1)

 

  • freddo cappuccino con poche gocce di aroma di vaniglia una spolverata di cannella, dietetic 3 gocce
  • 2 biscotti integrali con fiocchi d’avena e gocce di cioccolato
  • 1 uovo barzotto
  • 1 caffè

Io ho sempre fatto delle abbondanti colazioni e in dieta niente è cambiato non resisto se mangio solo un te con 2 biscottini o cose simili… io sto leggendo e studiando moltissimo per affrontare nel modo giusto il mio problema peso perchè ho la necessità di dimagrire abbastanza in fretta almeno fino ad arrivare ai 100 kg ma contemporaneamente vista la lunghezza della “cura” devo anche assicurarmi di non rendere pigro il metabolismo con i classici errori che si fanno quando si è a dieta.

allora 1° punto una COLAZIONE abbondante e contenente anche proteine e pochissimi grassi buoni è essenziale per riaccendere il metabolismo dopo le lunghe ore di sonno. punto 2° tiene ben sazi e appagati per affrontare tutta la giornata se pensate che sono le solite parole… pensate al fatto che dopo aver perso 40 kg continuo ancora a perdere peso costantemente e se il metabolismo non mi ha ancora “tradito” è anche per questa semplice regola che io mi sono imposta. Vi farò vedere tante sostanziose e gustose colazioni sia dolci che salate e considerate che in ogni caso sono SEMPRE a baso tenore calorico quindi dietetiche… in pratica potete cominciare a togliervi dalla testa l’idea che per dimagrire bisogna fare la fame!