Zeppola di San Giuseppe senza latte e burro
Zeppola di San Giuseppe senza latte e burro – Latte di Mandorla blog Copyright © All Rights Reserved

 

ZEPPOLA DI SAN GIUSEPPE SENZA LATTE E BURRO

Per motivi dietetici, oggi anche la zeppola di San Giuseppe viene offerta nella variante “al forno”: quella vera però rimane quella fritta.
Nel settecento, il 19 marzo i friggitori, in omaggio a S.Giuseppe, loro santo patrono oltre che dei falegnami, allestivano dei banchetti davanti alle loro botteghe, per friggere e servire le zeppole direttamente in strada, in tempo reale.
Nell’imminenza del Santo, la zeppola di S.Giuseppe a Napoli la si trova ovunque. Ma è ormai facile trovarla quasi tutto l’anno, specialmente nel formato “mignon”. Al quale tanti napoletani sono stati costretti ad assoggettarsi, in nome di un pragmatico e salutistico “di meno, ma per più tempo”.Col tempo allo zucchero e alla cannella si è sostituita la crema pasticcera e l’amarena come guarnizione. (fonte articolo http://www.zeppola.it/curiosita.htm)

La zeppola di san giuseppe senza latte e burro e’ una ricetta indicata  per chi segue una dieta o un’alimentazione senza lattosio.

La zeppola di san Giuseppe e’ un dolce preparato con una base di bigne fatto in casa, farcito successivamente con crema pasticcera senza burro e latte, per decorare un’amarena o una ciliegina.

 

 

RICETTA: Zeppola di San Giuseppe senza latte e burro

 

Ingredienti per 6/8 persone:

Ingredienti per guarnire le zeppole

  • confettura di amarene o amarene sciroppate
  • zucchero a velo
  • Olio per friggere

Per la pasta dei bigne

  • 4 uova intere
  • 150 gr. di farina
  • 100 gr. di margarina vegetale al 100%
  •  250 ml. di acqua
  • zucchero a velo

Per la crema pasticcera:

  • 500 ml di latte di soia alla vaniglia
  • 2 uova
  • 100 gr. di zucchero semolato
  • 80 gr. di farina di riso o farina 00
  • 1 limone

 

 

Come si preparano le Zeppole di San Giuseppe senza latte e burro:

 

preparazione pasta dei bigne
1 – Per preparare le Zeppola di San Giuseppe senza latte e burro, iniziate a versare in una pentola l’acqua con la margarina e il pizzico di sale, accendete il fuoco a fiamma media, quando l’acqua comincerà a fare le prima bollicine, ma non a bollire, versatevi la farina setacciata tutta insieme e mescolare energicamente per 10 minuti con la frusta fino a quando il composto non si staccherà dai bordi della pentola.

 

2 – Spegnere il fuoco e aggiungere le 4 uova, uno alla volta sempre girando con forza ed eventualmente con una frusta elettrica finchè si sarà amalgamato tutto il composto. Lasciar riposare per 20-25 minuti.


Preparate ora la crema pasticcera:
1 – lavorate in un recipiente lo zucchero con i tuorli di 2 uova fino a ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungere la farina setacciandola con un colino per non formare grumi, il latte di soia alla vaniglia e due pezzetti di buccia di limone.
2 – porre il recipiente su fuoco a fiamma media e addensare la crema senza far bollire, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Togliere le bucce di limone e lasciar raffreddare.

 

 

 

Procedete alla frittura delle zeppole:
1- riempite di olio per friggere una casseruola dai bordi alti, in quanto le zeppole devono essere immerse completamente nell’olio altrimenti non si gonfiano. Mettete la casseruola sul fuoco a fiamma media.
2 – riempite di pasta una siringa da pasticcere con la bocca larga e premete il composto in un piattino da caffè unto di olio, dandogli la forma di una ciambella.
3 – lasciar scivolare una zeppola alla volta nell’olio ben caldo, ma non fumante e cuocerla fino a quando si gonfierà. Alzare leggermente la fiamma per farla colorire, toglierla senza perforarla e appoggiarla su una carta assorbente.
4 – procedere alla cottura di un’altra zeppola e assicurarsi ogni volta che l’olio non sia troppo bollente.
5 – quando le zeppole si saranno raffreddate, cospargetele di zucchero a velo, porre nel mezzo poca crema e mezzo cucchiaino di confettura di amarene o di amarene sciroppate. Le vostre Zeppola di San Giuseppe senza latte e burro sono pronte per essere gustate.

 

…se invece le volete  cucinare al forno

Accendere il forno a 200° C, ed infornare. Si gonfieranno. Lasciar cuocere per circa 30 minuti. Far raffreddare. Poi con la siringa mettere la crema e poi  le amarene sciroppate della Fabbri, infine lo zucchero a velo.

 

 

STORIA DELLA ZEPPOLA DI SAN GIUSEPPE http://www.zeppola.it/storia.htm

 

 

Ciao, alla prossima ricetta! Immacolata

Se ti piacciono le mie ricette, segui la mia pagina Facebook Clicca MI PIACE per essere aggiornato sulle ultime novità ;) a presto!

 

 

UNISCITI AI FOLLOWERS SUI SOCIAL NETWORK

 

 

ATTENZIONE: I consigli dietetici forniti sono puramente indicativi e non debbono essere considerati sostitutivi delle indicazioni del medico, in quanto alcuni pazienti possono richiedere adattamenti della dieta sulla base della situazione clinica individuale. Pertanto  non devono in alcun modo essere interpretate come diagnosi e/o sostituirsi in alcun modo ad una accurata visita presso centri medici specializzati.

FOTO E RICETTA: Copyright © “Latte di Mandorla” All Rights Reserved

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.