LISTA ALIMENTI SENZA LATTOSIO

Se sei intollerante al lattosio significa che non riesci a digerire uno zucchero chiamato lattosio che si trova nel latte e nei latticini.

In molti prodotti presenti nei supermercati si nascondono le proteine del latte o siero albumina. Difficile quindi collegare sintomi e alimenti. E ancora di più capire dove si nasconde il lattosio. Questa sostanza, oltre ad essere contenuta naturalmente in tutti i derivati del latte (formaggio, burro, panna) è presente in molti altri cibi ‘insospettabili’. Il lattosio viene infatti usato come conservante. Latte e latticini sono spesso aggiunti ai cibi elaborati in quanto servono per prolungarne la conservazione. Perfino i medicinali possono contenere tracce di proteine del latte, ma devono essere indicate sul bugiardino.

Questa lista alimenti senza lattosio può fornire un aiuto per capire cosa si può mangiare e cosa bandire dalle nostre tavole.

NOTE: Cliccando su alcuni alimenti, visualizzi le ricette realizzate con l’ingrediente scelto. (E’ ancora in costruzione pertanto non tutti gli alimenti sono linkabili)

 

Visitate anche la nostra pagina Facebook dedicata all’ Intolleranza al Lattosio

 

Alimenti completamente privi di lattosio

  • Aceto balsamico
  • Aceto di mele
  • Aglio in polvere
  • Albicocche
  • Amarene
  • Ananas
  • Asparagi
  • Avocado
  • Banane
  • Basilico
  • Bieta, bietolina
  • Birra
  • Bocconcini di pollo
  • Broccoletti di rapa
  • Broccoli
  • Cacao amaro in polvere
  • Caffe moka in tazza
  • Cannella
  • Carciofi
  • Carne di manzo
  • Carne di Maiale
  • Carne di pollo
  • Carne di tacchino
  • Carote
  • Cavoletti di bruxelles
  • Cavolfiore
  • Cavolo cappuccio
  • Cereali
  • Cetrioli
  • Chiodi di garofano
  • Cicoria
  • Ciliege
  • Cioccolato fondente al 90% senza lattosio
  • Cipolle
  • Cocomero
  • Cosciotti di pollo
  • Curcuma
  • Curry in polvere
  • Datteri
  • Datteri secchi
  • Dolcificante Stevia
  • Fagioli borlotti, bolliti
  • Fagioli cannellini
  • Fagioli cannellini, lessi
  • Fagioli precotti in scatola
  • Fagiolini
  • Fagiolini surgelati
  • Farina 00
  • Farina di riso
  • Farina integrale
  • Fichi secchi
  • Fiocchi d’avena
  • Fragole
  • Funghi coltivati
  • Granelli di mais
  • Kamut crudo
  • Kiwi
  • Lamponi
  • Lamponi selvatici
  • Lattuga
  • Lattuga a cappuccio
  • Lattuga iceberg
  • Lattuga rossa
  • Lenticchie
  • Mais bianco dolce
  • Mandarini senza buccia
  • Mandorle
  • Mandorle secche
  • Mele
  • Melone
  • Merluzzo, pesce fresco
  • Mirtilli
  • More
  • Nocciole
  • Nocciole secche
  • Noci fresche
  • Noci pecan
  • Noci secche
  • Olio di semi
  • Olio extravergine di oliva
  • Origano
  • Pane grattugiato
  • Pangrattato
  • Pasta di semola
  • Patata dolce americana
  • Patate
  • Patate novelle
  • Patate rosse
  • Peperoncino in polvere
  • Peperoni
  • Pesche
  • Pesche noci
  • Pinoli secchi
  • Piselli freschi
  • Piselli surgelati
  • Pistacchi
  • Pomodori freschi
  • Pompelmo
  • Pop corn
  • Prezzemolo secco
  • Prugne
  • Prugne secche
  • Prugne selvatiche
  • Radicchio verde
  • Ravanelli
  • Riso
  • Sale fino e sale grosso
  • Salmone rosso affumicato
  • Sardine
  • Sedano
  • Semi di papavero
  • Semi di senape
  • Semi di zucca
  • Soia
  • Sgombro fresco e in scatolo
  • Spinaci
  • Tonno fresco
  • Tonno in scatola
  • Uva
  • Uova
  • Zenzero macinato
  • Zucca
  • Zucchero (saccarosio)
  • Zucchero semolato
  • Zucchero a velo
  • Zucchero di canna
  • Zucchine

 

 

 

Quello che devi fare per eliminare l’intolleranza al lattosio è controllare minuziosamente le etichette alimentari ed evitare qualsiasi tipo di fonte di lattosio presenti in qualsiasi cibo.

Se una qualsiasi di queste parole sono elencate sull’etichetta di un alimento, ciò significa che il prodotto contiene lattosio:

  • latte
  • lattosio
  • latticello
  • siero
  • cagliata
  • derivati ​​del latte
  • senza grassi solidi del latte
  • panna acida
  • margarina

 

 

 

 

Il lattosio è uno zucchero, più precisamente un disaccaride, formato da due molecole glucidiche:galattosio e glucosio. Questo tipo di zucchero si trova esclusivamente nel latte (e nei suoi derivati), prodotto di secrezione delle ghiandole mammarie ed è presente in quasi tutti i latti dei mammiferi ad eccezione di quello di leone marino e tricheco.

Il lattosio è fondamentale per il neonato di mammifero in quanto fornisce, tramite il lavoro dell’enzima lattasi presente sui microvilli intestinali, il galattosio che è necessario per la produzione di alcune strutture delle cellule nervose. Quando poi la dieta varia introducendo altre fonti di nutrimento, la lattasi man mano regredisce perché non è più necessaria in grandi quantitativi.

L’intolleranza al lattosio è l’incapacità di digerire il lattosio per un deficit di lattasi: è stato calcolato che è sufficiente il 50% di attività della lattasi per digerire il lattosio introdotto con l’alimentazione, quindi in caso di ipolattasia questa percentuale si abbassa di molto.

Il latte come bevanda in sé contiene il maggior quantitativo di lattosio e la maggior parte delle persone intolleranti non riescono a berlo a causa dei fastidi connessi con la mancata digestione del lattosio.

Per quanto riguarda i latticini, invece, a seconda della lavorazione e della conservazione il lattosio è presente in concentrazioni differenti più o meno tollerabili:

  • nello yogurt e nel latte fermentato, il lattosio viene già scomposto durante la produzione e in genere questi alimenti vengono ben tollerati;
  • nei formaggi stagionati il tenore di lattosio è infinitesimale in quanto la maggior parte di esso viene eliminato durante la produzione insieme al siero di latte;
  • il formaggio stagionato di almeno 6 mesi viene considerato praticamente privo di lattosio;
  • il formaggio fresco e il formaggio fuso sono dei casi particolari in quanto durante la preparazione di questo tipo di latticini viene spesso aggiunto del latte in polvere per migliorare il sapore del prodotto finale e poiché il latte in polvere contiene lattosio , è necessario leggere le etichette prima dell’acquisto.

Non meno importante è poi il cosiddetto “lattosio nascosto”, ovvero il lattosio introdotto negli alimenti durante la loro preparazione con l’aggiunta di ingredienti come: latte in polvere (intero o magro), siero di latte, siero di latte in polvere, scotta (derivato da latte di vacca anziana). Tali ingredienti li troviamo nellemiscele di spezie, nei preparati per pane, pasta e dolci (soprattutto nei mix senza glutine), nei prodotti dolciari industriali e di pasticceria, nei piatti pronti, nei surgelati, negli insaccati e nelle bevande e come tali devono essere indicati sulle etichette delle confezioni.

Il lattosio viene inoltre utilizzato come eccipiente nella preparazione di medicinali e alcuni prodotti omeopatici.

Fonti
Wafler Gassmann M, “Alimentazione in caso di intolleranza al lattosio”, SSN Società Svizzera di Nutrizione – Berna, 2013
“Composizione degli alimenti”, INRAN Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione – Roma, 2000
Souci SW et al, “Food composition and nutrition tables, 7th ed.”, 2008
Franzè A et al, “Intolleranza al lattosio nella pratica clinica”, Rivista della Società Italiana di Medicina Generale, n. 3 (giugno) pg. 36-40, 2010
Misselwitz B et al, “Lactose malabsorption and intolerance: pathogenesis, diagnosis and treatment”, United European Gastroenterology Journal, 1(3) pg. 151-159, 2013
Morelli L, “Yogurt, living cultures and gut health”, The American Journal of Clinical Nutrition, 99(5) pg 1248S-1250S, 2014
Cappelli P et al, “Chimica degli alimenti – Conservazione e trasformazione”, Zanichelli, 2005
Monica Martino Relatrice e Admin del FORUM Intolleranza al lattosio

 

 

Cerchi altre ricette senza lattosio? Visita il blog Cucina Passione e Gusto, clicca QUI

Vieni a visitare il Gruppo su FacebookForum di Intolleranza al Lattosio, clicca QUI

Se vuoi ricevere le ricette sul tuo profilo di Facebook, clicca MI PIACI, sulla pagina di Intolleranza al lattosio

 

 

FOTO E RICETTA: Copyright © “Latte di Mandorla” All Rights Reserved

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

11 Commenti su LISTA ALIMENTI SENZA LATTOSIO

  1. buongiorno ,ti faccio i miei complimenti per la lista , io l’ho stampata cosi posso vedere che cosa puo’ mangiare mio figlio perchè è intollarante al lattosio e per questo motivo gli si è infiammato il colon

    • Ciao Ilaria e benvenuta
      Ti confermo che tutta la frutta fresca di stagione, verdure ortaggi di stagione non contengono lattosio. Ricordiamo che il lattosio è lo zucchero del latte pertanto non può trovarsi in natura in altri alimenti. Il discorso cambia per i cibi precotti o alimenti industriali (biscotti, salsicce, zuppe, besciamella ed altri…che contengono come additivi alimentari il lattosio).
      Le cipolle come i cavoli,funghi o piselli, spesso vengono banditi dalle liste per gli intolleranti al lattosio solo perché possono provocare meteorismo intestinale, coliche o Aerofagia e non perché contengono lattosio.
      Per qualsiasi informazione resto a disposizione.
      A presto
      Immacolata

  2. Ciao, sono come te intollerante al lattosio ma in una forma davvero grave e con una soglia di tolleranza bassissima.
    Grazie per le bellissime e utilissime ricette…mi sono molto utili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.