Tutorial Rose in PDZ

novembre 8, 2011 in Base, Dessert

 

Sì sì sì sono fissata con la pasta di zucchero, e in particolare con i fiori e ancora più in particolare con le rose in PDZ. Ecco, l’ho detto. Sapete com’è quando ci si fissa su una cosa e finchè non si riesce a fare/avere non ce la si leva dalla zucca? Ecco, questa sono io, e questo è esattamente il tipo di rapporto che si è creato tra me e la sugarpaste, la pasta di zucchero appunto, che essendo io una mezza artista mancata e piacendomi da morire i dolci rappresenta il mio antistress preferito!

Oggi vi lascio il passo-passo delle rose che faccio io, anzi che sono arrivata a fare dopo tantissimi tentativi andati male. In realtà è abbastanza semplice, basta avere un pò di pazienza e gli strumenti giusti e vedrete che soddisfazione alla fine…Certo, sempre che siate delle pazzoidi come me, sennò di questo post non ve ne fregherà proprio un bel nulla :)

Cosa serve?

1- Pasta di zucchero, ma è preferibile la flower sugarpaste, quella apposta per i fiori, arricchita con gomma adragante per renderla più elastica e resistente.

2- I “tools” (attrezzi) del mestiere, in particolare quello a pallina che serve ad arricciare i petali.. In alternativa potete provare con uno stuzzicadenti ma vi avviso già che è estremamente difficile.

3- Stuzzicadenti

Come si fa?

1- Prendiamo una pallina di PDZ (o flower paste), diamole una forma a goccia e infilziamola con uno stuzzicadenti che mettiamo in posa (come in foto) per mezza giornata. Si deve seccare per bene prima di continuare!

2- Una volta seccata la pallina, prendiamo la nostra PDZ e stendiamone un pochina molto sottile, poi con un coppapasta molto piccolo (o cmq della grandezza che vogliamo che abbiano i petali) ritagliamo un cerchietto.

3 e 4- Con l’apposito tool, arricciamo i bordi di tutto il cerchio di PDZ.

5- Giriamo il cerchietto di PDZ e, usando sempre lo stesso tool, facciamo una conca al centro del cerchio. Rigiriamolo.

6- Con uno stuzzicadenti, arricciamo leggermente i bordi del petalo partendo dall’esterno verso l’interno, fino a fargli fare un leggero risvolto, come mostrato in foto.

7- Iniziamo a ricoprire la “goccia” di PDZ del punto 1: avvolgiamo il petalo attorno alla goccia che avremo bagnato con una goccia d’acqua o, meglio, con dell’albume. Continuiamo così con altri 3-4 petali, facendo molta attenzione a non rovinare tutto, è una composizione molto delicata. Dovreste ottenere qualcosa del genere:

8- Infine, quando siete soddisfatti della quanità di petali che avrete messo, rimettete la rosellina a riposare su un pezzo di polistirolo o gommapiuma. Lasciate asciugare per almeno un giorno.

Ed ecco le mie roselline in varie versioni, bianche, rosse e una che avevo appena iniziato a colorare con i coloranti in polvere…ma poi mi sono dimenticata di fare la foto una volta finita, sorry!

Vi piacciono? Su su, provate anche voi, ve lo consiglio se come me soffrite di insonnia, funziona meglio della valeriana!!

Alla prossima!!